Spinoso pianta dalle bacche utili alla salute

Spinoso pianta dalle bacche utili alla salute

Prugnolo

X Giardinaggio: L’uva spina offre molti benefici per la saluteFiann Ó Nualláin affronta con gusto un argomento spinoso e rivela i benefici di una bacca ricca di sostanze nutritive. Tue, 28 May, 2019 – 21:25Fiann Ó Nualláin Quando ero più giovane non ero un grande fan dell’uva spina (Ribes uva-crispa), mio nonno ne aveva alcuni cespugli tra le rose nel suo piccolo giardino di fronte a Dublino ed era la pianta più spinosa che avessi mai incontrato, ma giuro che era incrociata con un trifide – dato che, per quanto fossi lento e attento, non saresti mai riuscito a togliere la mano dalla sua bocca con un frutto, senza che rivolgesse i denti verso di te. Ancora oggi, se guardo abbastanza da vicino, ci sono le tracce delle cicatrici, fisiche ed emotive, ma mi sto riprendendo. All’epoca non amavo nemmeno il sapore della crostata e quindi la perdita di sangue non era all’altezza del premio, ma avevo l’età del “vai e raccogli abbastanza per una crostata” o dell’applicazione di una lattina d’acqua alle radici – e quindi degli incontri nervosi.

Credo che con la maturità il palato cambi e ora non mi dispiace la vecchia “uva spina” in una macedonia, ma sono i suoi benefici nutrizionali e salutari a colpirmi e a spingermi a coltivarla. L’uva spina, come la maggior parte dei frutti, è ricca di vitamina C – con tutti i suoi benefici per il nostro sistema immunitario e per il mantenimento e la riparazione di tutti i tessuti del corpo – ma ha una concentrazione di vitamina C di livello superiore e non ne perde grandi quantità quando viene cotta, a differenza di altri frutti.Quindi una crostata di uva spina non è solo un tonico, ma non è così aspra, poiché la cottura addolcisce anche la bacca.C’è un vecchio proverbio che parla dei consigli degli anziani: “Come l’uva spina: prima l’aspro e poi il dolce”. Ora lo vedo chiaramente. Nel caso dell’uva spina vera e propria, il frutto crudo può far storcere le labbra, ma c’è anche una gioia succosa. Molte di queste molecole di sapore sono composte da flavoni e polifenoli antiossidanti che aiutano a ridurre l’infiammazione e possono ridurre il dolore/sensazioni neurologiche. Le mele verdi sono ottime, ma quelle rosse hanno un maggior numero di pigmenti vegetali che sono un toccasana per la salute umana: le antocianine hanno proprietà antinfiammatorie, antivirali e persino antimutagene ancora più forti per le nostre cellule. Coltivo alcune varietà rosse per questo motivo e perché ne apprezzo anche l’estetica. Questo e tenere tutte le spine in un unico posto.

  Pianta carnivora super mario da colorare

A cosa servono le bacche di olivello spinoso?

Negli alimenti, le bacche di olivello spinoso sono utilizzate per preparare gelatine, succhi, puree e salse. Nella produzione, l’olivello spinoso è utilizzato nei cosmetici e nei prodotti anti-invecchiamento.

Quali sono i benefici per la salute delle bacche di tacchino?

I frutti di tacchino contengono molto ferro e sono quindi ottimi per il trattamento dell’anemia. Stimolano la produzione di globuli rossi. Le bacche possono essere utilizzate nelle zuppe e consumate quotidianamente per aumentare la produzione di globuli rossi. I frutti di tacchino favoriscono la digestione e aiutano a trattare indigestione, mal di stomaco e diarrea.

Il prugnolo fa bene alla pelle?

Utilizzi. Il prugnolo è noto per la sua azione astringente, leggermente detergente e lenitiva. Un infuso a base di fiori essiccati viene tradizionalmente utilizzato per la pulizia della pelle e per sostenere la salute delle articolazioni, nonché come gargarismo per la bocca e la gola.

Succo di olivello spinoso

I frutti sono molto aspri ma commestibili e se ne può ricavare uno sciroppo a scopo terapeutico. La corteccia o la pasta di frutta vengono applicate per via topica. Un decotto di corteccia viene assunto come tè Quattrocchi, 2012).

Il frutto è molto acido ed è apprezzato per le sue proprietà astringenti e antiemorragiche (contro le emorragie). Lo sciroppo ricavato dal frutto viene assunto per via interna per problemi polmonari, tubercolosi, tosse e raffreddore. Un decotto del frutto viene assunto per trattare le eruzioni cutanee. La pasta di frutta viene applicata sulle ferite per fermare il sanguinamento. Un decotto di succo concentrato viene applicato sul collo per trattare l’influenza e la tosse. Una pasta ricavata dalla corteccia o dal frutto viene applicata sul bacino o sulle articolazioni contro il dolore. La pasta ricavata dalla corteccia viene applicata per via topica per trattare ulcere e ferite. Un decotto di corteccia viene ingerito per “purificare il sangue”. L’olio estratto dalla pianta è usato per via topica per le malattie della pelle, gli eczemi, le ustioni e le ferite. Il succo del frutto ha mostrato effetti antitumorali in esperimenti di laboratorio su cellule e animali (Li et al., 2015; Quattrocchi, 2012; Tang e Eisenbrand, 2011). Il frutto ha un contenuto apprezzabile di vitamina C, più di vari agrumi (Mabberley, 2008). Uno dei principali costituenti della pianta, noto come isorhamnetina, ha potenti effetti antiossidanti (scavenger di radicali liberi) che possono avere anche effetti antitumorali (Li et al., 2015).

  Pianta che non si annaffia

Olivello spinoso

Forse conoscete il valore nutrizionale delle more, ma sapevate che anche le foglie di mora hanno i loro benefici per la salute? Anche se non sono molto conosciute come superfood, le ricerche dimostrano che possono avere un valore medicinale.

Le foglie di mora provengono dalla pianta di mora, un arbusto perenne originario di tutti i continenti tranne l’Australia e l’Antartide, secondo la Penn State University. Come le foglie di fragola, si ritiene che forniscano una serie di benefici per la salute.

Le foglie di mora sono un sottoprodotto della coltivazione delle bacche e, sebbene molti si concentrino sulla bacca stessa, le foglie di mora possono essere trasformate in un tè o incluse in cataplasmi. Secondo il glossario delle piante medicinali della Brandeis University, i cataplasmi sono un materiale morbido che viene applicato sul corpo per risolvere infiammazioni e dolori. In genere vengono tenuti in posizione con un panno.

Il National Cancer Institute indica che i medicinali a base di erbe, come le foglie di mora, godono di uno status speciale in Germania grazie alla Commissione E. La Commissione E può essere considerata l’equivalente della Food and Drug Administration statunitense.

Usi medicinali del prugnolo

Le bacche di tacchino (Solanum torvum), un prodotto ricercato, si trovano in Ghana, Cina, Thailandia, Caraibi, Sud America, Indonesia, Florida, Alabama, Brasile, Messico, Giamaica, Papua Nuova Guinea, Porto Rico e altri luoghi del mondo.

  Piante che richiedono poca acqua

Le bacche di tacchino si trovano nella maggior parte dei mercati ghanesi e sono disponibili anche in natura e nei giardini di casa. Le foglie della pianta delle bacche sono simili a quelle delle melanzane. Ha spine e può durare circa 3 anni prima che sia necessario ripiantarla dai semi.

Le bacche di tacchino contengono molto ferro e sono quindi ottime per trattare l’anemia. Stimolano la produzione di globuli rossi. Le bacche possono essere utilizzate nelle zuppe e consumate quotidianamente per aumentare la produzione di globuli rossi.

Le bacche di tacchino favoriscono la digestione e aiutano a trattare indigestione, mal di stomaco e diarrea. Le bacche sono anche in grado di neutralizzare gli acidi dello stomaco e sono quindi importanti per la guarigione delle ulcere gastriche.

Le ricerche indicano che le bacche di tacchino sono altamente medicinali. Alcuni ricercatori indicano che può essere usato per trattare malattie della pelle, ulcere e ascessi. Si dice anche che la bacca sia un antinfiammatorio e un analgesico per i problemi di stomaco e per il controllo del diabete. Il dottor Paul Haider afferma che le bacche di tacchino sono antibatteriche, antifungine e bloccano la crescita eccessiva delle cellule, il che le rende importanti per il cancro. Gli studi dimostrano che l’estratto di bacche di tacchino può proteggere dal cancro ai polmoni.

Sonia Ricci

Sonia Ricci è una studentessa di biologia e blogger che scrive della sua prospettiva unica sulla scienza. Il suo blog tratta argomenti che vanno dalle ultime ricerche sull'impatto del cambiamento climatico alle opinioni sulle implicazioni etiche delle nuove tecnologie genetiche. Sonia è appassionata nel rendere la scienza accessibile a tutti e crede che tutti possano trovare qualcosa di interessante nella biologia se si prendono il tempo di cercarlo: seguite il suo blog per aggiornamenti regolari!