Piante tappezzanti per terreni aridi

Piante tappezzanti per terreni aridi

Piante tappezzanti del deserto

A volte c’è un’area che ha bisogno di essere piantata, ma non si vuole investire troppo tempo nella manutenzione dopo averla piantata.    Ecco alcune opzioni (quasi) a prova di proiettile che richiedono pochissime cure una volta stabilite.    Inoltre, dato che i tappeti erbosi si diffondono facilmente per definizione, di solito è possibile piantarli a una distanza maggiore di quella indicata per risparmiare un po’ di denaro, a patto che siate disposti ad aspettare una o due stagioni in più per ottenere una copertura completa.    Si noti che anche i tappeti erbosi più resistenti hanno bisogno di un po’ di cure per la prima stagione dopo essere stati piantati, quindi mantenete i nuovi trapianti leggermente umidi finché non sono ben radicati.Bugleweed (ajuga reptans)

Bugleweed ‘Burgundy Glow’ La bugleweed è una pianta perenne semi-sempreverde a bassa crescita (3″-6″) che si diffonde. Resiste al freddo e si adatta bene ai terreni argillosi.    Cresce abbastanza densamente da permettere alle foglie color bronzo-bordeaux di controllare le erbe infestanti quando è ben radicata.    L’ajuga è un’opzione nei casi in cui l’erba non riesce ad attecchire a causa delle condizioni di ombra, poiché tollera un moderato calpestio.    Attenzione alle zone adiacenti ai prati, perché può diffondersi vigorosamente nell’erba. L’alga preferisce la penombra o l’ombra, anche se se il terreno è abbastanza umido può tollerare un po’ di sole.    Mantenere leggermente umido il terreno dopo l’impianto fino a quando non è ben radicata, dopodiché è moderatamente tollerante alla siccità (è necessario aggiungere acqua in caso di siccità prolungata).    Le piante devono essere distanziate di circa 12 pollici. I conigli e i cervi non mangiano generalmente la Bugleweed, che può essere coltivata sotto gli alberi di noce nero.    Per tenere in ordine questa copertura del terreno si può tagliare o potare dopo che i bellissimi fiori blu sono sbiaditi in primavera, ma non è necessario farlo.    Le forme, le dimensioni e i colori delle foglie variano da una varietà all’altra, dalle piccole foglie marroni di ‘Chocolate Chip’ alle più grandi foglie bordeaux di ‘Caitlin’s Giant’. ‘Burgundy Glow’ ha foglie tricolori di colore rosa, verde bronzo e bianco.  Jenny strisciante (Lysimachia nummularia ‘Aurea’)

  Serre per piante da terrazzo

Qual è la copertura del suolo più resistente?

L’edera inglese (Hedera helix) è uno dei tappeti erbosi più resistenti e durevoli. Adattabile a quasi tutte le condizioni, ma asciutta in pieno sole, ha salvato molte aree “non piantabili”.

Qual è la copertura del suolo più facile da coltivare?

Oltre alla sua profumata fioritura primaverile, il mughetto è una delle piantine più facili da coltivare. È perfetto in una zona d’ombra sotto un grande albero in giardino, perché tollera bene le condizioni di siccità.

Copertura del suolo tollerante alla siccità

Le piante di copertura del terreno sono dei veri e propri risolutori di problemi: Trattengono l’umidità, controllano l’erosione e forniscono un habitat agli impollinatori come api e farfalle. Sebbene l’erba sia di solito il modo migliore per riempire uno spazio vuoto, a volte le piante a bassa crescita sono un’opzione migliore e più bella. Ci sono molte opzioni tra cui scegliere, tra cui vecchie piante preferite come la Pachysandra e la Vinca, oltre a piccoli arbusti, piante perenni e annuali. Per assicurarvi che le vostre coperture del terreno facciano il loro lavoro (cioè abbellire il paesaggio), seguite le istruzioni riportate sul cartellino per la cura delle piante per dare loro le giuste condizioni. Per informazione: pieno sole significa che un’area riceve più di 6 ore di luce solare diretta al giorno, sole parziale significa da 3 a 6 ore di luce solare diretta e ombra totale significa fino a 3 ore di sole. Se state piantando un arbusto o una pianta perenne che volete far durare da un anno all’altro, assicuratevi che sia adatto alla vostra zona di durezza USDA (trovate la vostra qui). Ricordate che, sebbene queste piante da copertura siano estremamente tolleranti, devono essere annaffiate durante i periodi di siccità per il primo anno o due, finché il loro apparato radicale non è ben consolidato.

  Vivai piante da frutto parma

Una copertura del suolo tollerante alla siccità per sostituire l’erba

David Beaulieu è un esperto di paesaggistica e fotografo di piante, con 20 anni di esperienza. Ha lavorato nel settore vivaistico per oltre un decennio, occupandosi di una grande varietà di piante. David è stato intervistato da numerosi giornali e riviste nazionali statunitensi, come Woman’s World e American Way.

Emily Estep è una biologa vegetale e una fact-checker specializzata in scienze ambientali. Ha conseguito una laurea in giornalismo e un master in biologia vegetale presso la Ohio University. Negli ultimi dieci anni Emily ha lavorato come correttrice di bozze e redattrice presso diversi media online.

L’erba da tappeto erboso, o zoysia, non cresce molto bene nel terreno asciutto, ma la maggior parte delle erbe infestanti non ha questo problema. Purtroppo, le erbacce invadono rapidamente una zona spoglia e se ne impossessano. Per evitare la diffusione delle erbacce e godere di un’attraente copertura verde, provate una copertura del terreno facile da coltivare e resistente alla siccità.

Queste 7 piante perenni offrono un’alternativa al terreno nudo o alle erbacce. Le piante suggerite e i semplici consigli per la coltivazione vi aiuteranno a iniziare con una copertura del terreno tollerante alla siccità che si adatti al vostro ambiente.

Coprisuolo tollerante alla siccità, pieno sole zona 5

Le piante tappezzanti sono interessanti per la loro varietà di caratteristiche ornamentali che aggiungono interesse ai paesaggi. Offrono una varietà di texture e colori, aiutano a ridurre l’erosione del suolo e possono fungere da transizione tra gli spazi paesaggistici. In alcune situazioni rappresentano un’alternativa ai tappeti erbosi.

  Le piante di patate vanno bagnate

Una copertura del suolo dovrebbe diffondersi da sola. Le specie che producono rizomi o stoloni o che si diffondono per propaggine o per stratificazione delle punte sono buone scelte per le coperture del suolo. L’ideale è che si sviluppino rapidamente in una copertura densa. Alcune crescono così velocemente da diventare invasive.

Le coperture del terreno possono anche migliorare la bellezza delle bordure di arbusti e spezzare la monotonia delle aree pacciamate. Le piante xeriche di copertura del suolo possono essere la risposta per le aree difficili da tagliare o innaffiare, che richiedono una manutenzione supplementare o che sono meno adatte per i tappeti erbosi:

La chiave del successo di una copertura del suolo è una buona preparazione del terreno. Alcune coperture del suolo si diffondono per propaggine o per mezzo di corridori e sono più inclini a riempirsi rapidamente se il terreno ha una buona aerazione e un buon drenaggio. Prima di piantare, migliorate il terreno con materia organica di buona qualità. Incorporate da 3 a 5 metri cubi di compost o di altri ammendanti organici in 1000 metri quadrati di superficie.

Sonia Ricci

Sonia Ricci è una studentessa di biologia e blogger che scrive della sua prospettiva unica sulla scienza. Il suo blog tratta argomenti che vanno dalle ultime ricerche sull'impatto del cambiamento climatico alle opinioni sulle implicazioni etiche delle nuove tecnologie genetiche. Sonia è appassionata nel rendere la scienza accessibile a tutti e crede che tutti possano trovare qualcosa di interessante nella biologia se si prendono il tempo di cercarlo: seguite il suo blog per aggiornamenti regolari!