Piante stabilizzate fai da te

Piante stabilizzate fai da te

Conservazione a secco delle piante

Le piante e i fiori stabilizzati sono naturali ed ecologici al 100%. Sono il risultato di un processo unico di conservazione delle piante, basato sulla sostituzione della linfa con un prodotto di trattamento stabilizzante che permette a queste piante di mantenere la loro flessibilità e freschezza naturale senza alcuna manutenzione.

Per ottenere un risultato soddisfacente, i fiori e il fogliame vengono raccolti nel momento in cui, durante il loro ciclo vitale, presentano l’aspetto più bello. Vengono poi smistati per passare alla sala di stabilizzazione. Qui viene ricreato un microclima in cui il perfetto equilibrio tra umidità, calore e luce è costantemente controllato. Le piante sono collocate in lunghe vasche dove scorre una miscela liquida di glicerina, acqua e colorante alimentare. Durante questo processo, la linfa della pianta evapora e questo nuovo liquido la sostituisce. Dopo qualche giorno il liquido ha sostituito completamente la linfa.

Come si fanno i fiori stabilizzati?

È sufficiente mettere i gambi dei fiori freschi in una miscela composta da due parti di acqua tiepida e una parte di glicerina (l’antigelo per auto è una buona soluzione). Lasciate riposare i fiori nella miscela per due o tre settimane.

Come si preparano le conserve vegetali?

La conservazione delle piante tramite essiccazione elimina l’umidità, in modo che le composizioni floreali essiccate durino più a lungo. Quando si appendono i fiori ad essiccare, collocarli in uno spazio fresco e buio. Va bene qualsiasi stanza buia con una leggera circolazione d’aria. L’essiccazione di fiori e fogliame appesi richiede in genere due o tre settimane.

  Pianta con foglie verde e rosa

Che tipo di glicerina si usa per conservare i fiori?

Se avete un conservante floreale a base di glicerina già pronto, dovrete riscaldarlo prima dell’uso. Se si utilizza la glicerina semplice, mescolare 1 parte di glicerina con 2 parti di acqua bollente.

Come conservare le piante in resina

Grazie a questa tecnica di conservazione naturale, le piante e i fiori stabilizzati mantengono la loro flessibilità e freschezza naturale senza alcuna manutenzione. Non necessitano di annaffiature, né di condizioni di illuminazione o di temperatura. Non richiedono trattamenti speciali e la loro durata di vita è di circa 10 anni.

Per ottenere risultati ottimali, le piante vengono stabilizzate nel momento del loro ciclo vitale, quando presentano il loro aspetto più bello. Vengono raccolte in condizioni ottimali di rispetto dell’ambiente e del naturale rinnovamento delle piante.

Questo processo globale può durare dai 7 ai 20 giorni, a seconda delle dimensioni delle piante da stabilizzare. Ogni pianta ha le proprie caratteristiche di stabilizzazione: periodo, temperatura del liquido, temperatura ambiente, qualità dell’acqua, materia prima, tipo di substrato… Non sarà quindi possibile stabilizzare un impianto al di fuori del suo periodo favorevole. Questo rende la gestione delle scorte più complessa, ma sempre meno che con le piante fresche.

Oggi esistono molti produttori in tutto il mondo. Ognuno di essi si è specializzato in base alle piante disponibili in loco. Esistono produttori di piante stabilizzate in Europa (Italia – Francia – Spagna – Germania – Ungheria…), Asia (Giappone – Cina – Thailandia…), Africa (Sudafrica – Kenya – Tunisia…), Nord America (Stati Uniti – Canada…) e soprattutto Sud America (Ecuador – Colombia…), dove si produce la maggior parte dei fiori stabilizzati.

  Piante che stanno bene al buio

Come conservare le piante per l’erbario

Ho ordinato questo stile di pittura 2 volte.Una completamente identica alla foto che è stata completamente riprodotta.E un altro su misura, delle stesse dimensioni, un bel dipinto, unico, con orchidee bianche e ardesia.E ‘semplicemente bello, ho davvero dato Sandra libero sfogo ed è perfetto! Grazie mille Sandra, i miei clienti apprezzano ❤

Prendiamo molto sul serio i problemi di proprietà intellettuale, ma molti di questi problemi possono essere risolti direttamente dalle parti interessate. Suggeriamo di contattare direttamente il venditore per condividere con rispetto le vostre preoccupazioni.

Alcune delle tecnologie che utilizziamo sono necessarie per funzioni critiche come la sicurezza e l’integrità del sito, l’autenticazione dell’account, le preferenze di sicurezza e privacy, i dati interni di utilizzo e manutenzione del sito e per far funzionare correttamente il sito per la navigazione e le transazioni.

Metodi di conservazione delle piante

I fiori stabilizzati sono prodotti unici, simili ai fiori secchi, che mantengono nel tempo la loro freschezza come se fossero appena tagliati. Il processo di stabilizzazione avviene in un ambiente igienico e sterile, dove i fiori vengono trattati per garantire che siano privi di batteri e insetti, e poi idratati con speciali stabilizzatori che permettono loro di rimanere freschi a lungo. Gli stabilizzatori sono sostanze specializzate, principalmente a base di glicerina, che vengono applicate sul fiore e lo stabilizzano per renderlo meno fragile.

  Pianta san benedetto del tronto

Vengono poi messi in vendita a coloro che desiderano regalarli o che semplicemente vogliono tenere le loro piante in casa e godersele tutto l’anno.Vi spieghiamo tutte le differenze tra fiori secchi e sterilizzati!

Sono molte le occasioni in cui si desidera inviare fiori, come compleanni e festività. Tuttavia, i fiori freschi non durano a lungo, si danneggiano e potrebbero dare un’immagine piuttosto triste se arrivano danneggiati o sbiaditi al destinatario. Fortunatamente, esiste una soluzione che permette di regalare fiori senza rischiare questo. I fiori stabilizzati sono un regalo perfetto per ogni occasione, perché durano più a lungo dei fiori freschi e non richiedono annaffiature.

Sonia Ricci

Sonia Ricci è una studentessa di biologia e blogger che scrive della sua prospettiva unica sulla scienza. Il suo blog tratta argomenti che vanno dalle ultime ricerche sull'impatto del cambiamento climatico alle opinioni sulle implicazioni etiche delle nuove tecnologie genetiche. Sonia è appassionata nel rendere la scienza accessibile a tutti e crede che tutti possano trovare qualcosa di interessante nella biologia se si prendono il tempo di cercarlo: seguite il suo blog per aggiornamenti regolari!