Piante kiwi di tre anni

Piante kiwi di tre anni

Vendita di piante di kiwi

I kiwi sono piante rampicanti legnose decidue, vigorose e resistenti, facili da coltivare, originarie della Cina meridionale, anche se la maggior parte dei kiwi venduti nel Regno Unito proviene oggi dall’Italia. Una volta insediati possono diventare molto vigorosi, quindi necessitano di molto spazio, di potature regolari e di una solida struttura di sostegno come un traliccio, una pergola o un arco. La loro collocazione migliore è contro una parete calda esposta a sud e, una volta stabilita, produrrà raccolti abbondanti di frutti dalla consistenza e dal sapore unici, anche nel clima del Regno Unito. È sufficiente una sola pianta se si sceglie una varietà di kiwi autofertile, altrimenti piantate insieme varietà femminili e maschili per garantire una buona impollinazione. Se avete intenzione di coltivare un mini kiwi con piante non autofertili, scegliete almeno una varietà maschile (non fruttifera) per impollinare fino a otto piante femminili. In quasi tutte le situazioni è meglio scegliere una varietà autofertile perché possono essere coltivate come piante singole, il che è utile per risparmiare spazio in tutti i giardini, tranne quelli più grandi, e le varietà non autofertili sono notoriamente difficili da impollinare perché i fiori non sono molto attraenti per le api.

Pianta di kiwi rampicante

Il kiwi, Actinidia deliciosa, è un rampicante o arbusto deciduo della famiglia delle Actinidiaceae coltivato per i suoi frutti commestibili. La pianta è vigorosa e legnosa, con foglie quasi circolari dotate di lunghi piccioli e disposte alternativamente sugli steli. Le foglie giovani e i germogli sono ricoperti di piccoli peli rossi, mentre le foglie mature sono lisce e di colore verde scuro sulla superficie superiore e bianche e lanuginose sulla superficie inferiore. La pianta del kiwi produce fiori profumati di colore bianco-giallo, singoli o in grappoli di 3, all’ascella delle foglie (zona tra la foglia e il fusto). Il frutto ha una forma ovale o ovoidale con buccia verde-marrone ricoperta da peli rigidi di colore marrone. La polpa del frutto è verde brillante e succosa, con molti piccoli semi neri. Le piante di kiwi possono raggiungere un’altezza di 9 metri e hanno una durata economica di 3 anni, dopo i quali la produzione di frutti inizia a diminuire. Il kiwi può essere chiamato anche kiwi o uva spina cinese ed è originario della Cina.

  Ph ideale per le piante

Le piante di kiwi sono originarie delle regioni calde e forestali della Cina e richiedono una lunga stagione di crescita, con 8-9 mesi senza gelate. La temperatura ottimale durante la stagione di crescita è compresa tra 14 e 24°C (57,2-75,2°F). La pianta può tollerare il freddo, ma viene danneggiata da temperature inferiori a -8°C (17,6°F). Alcune varietà di A. deliciosa, come la cultivar Hayward, tollerano temperature fino a -10°C (14°F). In generale, le viti di kiwi crescono meglio se piantate in terreni profondi, ben drenanti e sabbiosi, poiché sono estremamente sensibili all’acqua stagnante. Il pH ottimale per il terreno è compreso tra 5,5 e 6,0. Inoltre, i kiwi richiedono un abbondante apporto di acqua durante la produzione e le viti hanno bisogno del supporto di un traliccio per sostenere il peso dei frutti in crescita. Il kiwi deve essere piantato in pieno sole per garantire una produttività ottimale.

Piante di kiwi autofertili

David Beaulieu è un esperto di paesaggistica e fotografo di piante, con 20 anni di esperienza. Ha lavorato nel settore vivaistico per oltre un decennio, occupandosi di una grande varietà di piante. David è stato intervistato da numerosi giornali e riviste nazionali statunitensi, come Woman’s World e American Way.

  Basilica di sant apollinare nuovo pianta

Julie Thompson-Adolf è una maestra giardiniera e autrice. Ha più di 13 anni di esperienza nel giardinaggio biologico durante tutto l’anno, nell’avvio e nella conservazione dei semi, nella coltivazione di piante cimeli, perenni e annuali e nell’agricoltura sostenibile e urbana.

Il kiwi duro è un cugino resistente al freddo della vite che produce il noto kiwi venduto nei negozi di alimentari (Actinidia deliciosa). Questa cultivar tollerante al freddo può essere coltivata nelle zone USDA da 3 a 9, a seconda della varietà. Come il suo cugino dei climi caldi, anche il kiwi duro produce un frutto dolce e commestibile, più piccolo del kiwi tradizionale (circa la dimensione di un grosso acino d’uva), che può essere mangiato intero, senza sbucciarlo. Il kiwi duro viene utilizzato nei paesaggi soprattutto per il suo attraente fogliame a forma di cuore. Questo rampicante cresce bene su robusti tralicci, recinzioni, pergole e altre strutture.

Kiwi duro

La coltivazione della frutta sta diventando sempre più popolare e molti giardinieri stanno sperimentando anche alcune specie esotiche. Ebbene, nel mondo della frutta non c’è niente di più esotico del kiwi. Ma non sto parlando del kiwi tropicale, ma del kiwi resistente. Con i suoi frutti verdi e dolci, grandi come un acino d’uva, il kiwi duro è una pianta resistente e aggressiva che produce frutti in abbondanza.

Il kiwi duro è una pianta perenne originaria della Siberia. Se può crescere nelle ghiacciaie della Russia nord-orientale, allora sapete che può sopravvivere nel Vermont. Per coltivarli, acquistate 1 maschio per ogni 8 femmine per l’impollinazione. Tra le varietà dal buon sapore da cercare ci sono “Anna” e “Ken’s Red” (un frutto unico dalla buccia rossa). Issai” è una varietà meno resistente ma autofruttuosa che non ha bisogno di un compagno e “Arctic Beauty” è super resistente fino alla zona 3 e ha foglie colorate variegate di rosa, verde e bianco.

  Vivaio bruno piante e piante

Coltivate le viti di kiwi resistenti a 3 metri di distanza l’una dall’altra in un terreno fertile e ben drenato, in pieno sole. L’ideale sarebbe piantarla su un pendio esposto a est, in modo che i fiori non si sviluppino troppo rapidamente in primavera e siano soggetti a gelate tardive. Queste piante amano crescere. In effetti, alcuni li considerano invasivi più a sud. Al momento dell’impianto, erigete un robusto traliccio di legno con barre trasversali lunghe 5 piedi e posizionate a circa 6 piedi da terra. Fate passare 4 o 5 fili tra queste barre trasversali. Le viti devono essere alleggerite fino ai fili e poi lungo di essi. Ogni primavera, potate pesantemente, eliminando fino al 70% delle viti. Siate pazienti. Il kiwi duro può impiegare fino a 7 anni per produrre frutti. Ma l’attesa vale la pena. Una volta che iniziano a produrre grappoli di kiwi, produrranno in abbondanza.

Sonia Ricci

Sonia Ricci è una studentessa di biologia e blogger che scrive della sua prospettiva unica sulla scienza. Il suo blog tratta argomenti che vanno dalle ultime ricerche sull'impatto del cambiamento climatico alle opinioni sulle implicazioni etiche delle nuove tecnologie genetiche. Sonia è appassionata nel rendere la scienza accessibile a tutti e crede che tutti possano trovare qualcosa di interessante nella biologia se si prendono il tempo di cercarlo: seguite il suo blog per aggiornamenti regolari!