Piante da camera da letto con poca luce

Piante da camera da letto con poca luce

Piante rampicanti a bassa luminosità

Il verde fresco porta letteralmente nuova vita in una casa, ma se la vostra casa non gode di molta luce naturale o se siete dei genitori di piante alle prime armi preoccupati di mantenere le piante in vita, non fatevi prendere dal panico. Ci sono molte piante da interno a bassa luminosità che sono sorprendentemente facili da curare e alcune si adattano meglio anche a spazi più ombreggiati.

Qui di seguito abbiamo raccolto le piante da appartamento che richiedono poca manutenzione e che non necessitano di un posto sul davanzale della finestra già affollato. Infine, potrete mettere in mostra un po’ di verde in posti che non pensavate possibili, come nell’angolo buio della vostra camera da letto o lungo la parete sullo stesso lato della finestra più grande. Le varietà più diffuse, tra cui pothos, piante drago, piante grasse e molto altro, sono pronte ad aprire il vostro mondo a modi semplici e più flessibili di incorporare la vita vegetale nella vostra estetica. Inoltre, le piante sono più convenienti rispetto all’acquisto di decorazioni di tendenza e, se giocate bene le vostre carte, dureranno per tutta la vita. The Sill, Bloomscape, Terrain e molti altri siti offrono anche sconti speciali fino al 15% per i clienti che effettuano un ordine di piante per la prima volta. Quindi continuate a scorrere e non esitate ad aggiungere al vostro carrello alcune delle nostre scelte!

Quale pianta è adatta a una camera da letto buia?

Le piante ragno sono una delle piante d’appartamento più popolari grazie al loro aspetto unico e alla bassa manutenzione. Possono prosperare in condizioni di scarsa illuminazione e di luce indiretta, il che le rende perfette per le stanze buie.

Quale pianta può vivere in un angolo buio?

Ci sono molte altre piante che si adattano bene a situazioni di scarsa illuminazione, tra cui la pianta della preghiera ( Maranta leuconeura ), la felce da tavolo ( Pteris spp .), il filodendro, la felce a nido d’uccello ( Asplenium nidus ) e se avete bisogno di un albero alto per un angolo buio, avrete buona fortuna con la pianta del grano ( Dracaena massangeana …

  Piante selvatiche con bacche rosse

Come si mantengono in vita le piante in una stanza buia?

Uno specchio ben posizionato riflette la luce e aggiunge ulteriore fascino estetico. Le luci LED, a basso calore ed efficienza energetica, possono essere estremamente efficaci per aiutare il verde a crescere (usate la luce blu per il fogliame e rossa per le piante da fiore).

Piante grandi per poca luce

Jon VanZile è un maestro giardiniere che ha scritto contenuti per The Spruce per oltre un decennio. È l’autore di “Houseplants for a Healthy Home” (Piante da appartamento per una casa sana) e i suoi scritti sono apparsi anche sul Chicago Tribune e su Better Homes & Gardens, tra gli altri. Jon ha iniziato a collezionare piante oltre 10 anni fa e mantiene una crescente collezione di piante rare e tropicali.

Debra LaGattuta è un’esperta di giardinaggio con tre decenni di esperienza in piante perenni e da fiore, giardinaggio in contenitore e giardinaggio in letti rialzati. È una Master Gardener e giardiniere capo di Plant-A-Row, un programma che offre migliaia di chili di verdure coltivate biologicamente alle banche alimentari locali. Debra è membro del comitato di revisione di The Spruce Gardening and Plant Care.

Le condizioni di scarsa illuminazione sono sempre una sfida per il giardiniere indoor. Anche le piante che si trovano bene all’ombra esterna tendono ad avere bisogno di più luce quando vengono coltivate in casa, e questo può essere difficile da ottenere a meno che non si fornisca un’illuminazione ausiliaria. Ma non tutto è perduto. Alcune specie di piante d’appartamento prosperano in condizioni di scarsa illuminazione.

  Tutto sulla pianta del kiwi

Piante a bassa manutenzione per la camera da letto

Gabrielle Savoie è la fondatrice del sito di arredamento Savvy Home, finalista di prestigiosi premi di stile e design. È un’esperta di design d’interni e arredamento della casa e da quasi 10 anni scrive e redige per diverse pubblicazioni di alto profilo del settore.

Non tutti hanno il lusso di vivere in uno spazio che si crogiola nella luce naturale – e forse avete una pianta morta di troppo a dimostrarlo. Ma questo non significa che dobbiate rinunciare definitivamente alle piante da interno; il segreto è scegliere piante che si adattano bene a un ambiente con poca luce.

Le piante a bassa luminosità sono un’ottima soluzione per gli spazi in cui non c’è molta luce naturale. Detto questo, è importante notare che il fatto che una pianta possa tollerare bassi livelli di luce non significa che non voglia la luce o che non richieda altrettante cure, secondo Cara Anderson, esperta di piante.

Secondo la Anderson, molte piante etichettate come poco luminose in realtà preferiscono livelli di luce media o luminosa filtrata. Anche se alcune tollerano la poca luce, con una maggiore illuminazione prosperano, fioriscono e crescono notevolmente. Una buona strategia consiste nel sistemare la stanza o lo spazio in base alle esigenze delle piante, anziché aggiungerle a posteriori.

Piante che non hanno bisogno di luce

Anche se la vostra casa non è dotata di grandi e luminose finestre da cui entra la luce del sole, potete comunque coltivare piante da interno! Infatti, molti tipi di piante tollerano bassi livelli di luce! Le stanze con poca luce sono quelle che hanno solo finestre rivolte a nord, luci fluorescenti, punti lontani dalle finestre o stanze con finestre bloccate da alberi o edifici in ombra. Tuttavia, è importante capire che poca luce non significa assenza di luce; la maggior parte delle piante d’appartamento e degli alberi da interno, come la pianta ZZ, la monstera e il pothos, hanno bisogno di luce per crescere e dare il meglio di sé. È possibile fornire luce supplementare con le lampade da coltivazione durante i giorni più bui dell’inverno o in stanze molto buie. Molte di queste piante si comportano bene anche con la luce occasionale di una lampada da tavolo. Un’altra cosa da ricordare è che le piante in condizioni di scarsa illuminazione non hanno bisogno di essere annaffiate con la stessa frequenza di quelle in ambienti ad alta luminosità. Infilate sempre un dito nel terreno per verificare il livello di umidità; se il terreno si attacca, aspettate qualche giorno in più prima di annaffiare le piante che tendono a rimanere asciutte (come molte piante da luce bassa). È inoltre consigliabile aggiungere fertilizzante a metà dose solo durante la stagione di crescita attiva, dalla primavera all’autunno. Scoprite le nostre piante da interno a bassa luminosità preferite, che offrono un tocco di verde in ogni stanza.

  Coriandolo pianta dove si trova

Sonia Ricci

Sonia Ricci è una studentessa di biologia e blogger che scrive della sua prospettiva unica sulla scienza. Il suo blog tratta argomenti che vanno dalle ultime ricerche sull'impatto del cambiamento climatico alle opinioni sulle implicazioni etiche delle nuove tecnologie genetiche. Sonia è appassionata nel rendere la scienza accessibile a tutti e crede che tutti possano trovare qualcosa di interessante nella biologia se si prendono il tempo di cercarlo: seguite il suo blog per aggiornamenti regolari!