Pianta officinale detta erba di san giovanni

Hypericum perforatum

Si coltiva facilmente in terreni di media umidità e ben drenati, in pieno sole o in ombra parziale. Le specie preferiscono terreni sabbiosi o ghiaiosi in zone soleggiate. Tollerano un po’ di siccità una volta che si sono insediate. Sviluppano un esteso apparato radicale e si diffondono sia per mezzo di corridori che per autosemina, spesso prolifica. Una singola pianta può produrre fino a 100.000 semi all’anno. I semi interrati nel terreno possono durare 10 anni. Le specie sono elencate come piante infestanti in California, Colorado, Montana, Nevada, Oregon, Sud Dakota, Washington, Wisconsin e Wyoming.

Fin dall’antichità, le piante di iperico sono state utilizzate come trattamenti erboristici per una varietà di problemi medici, tra cui esternamente per ferite, infiammazioni, ustioni, disturbi della pelle e dolori nervosi e internamente per ansia, depressione e insonnia. Un tempo i fiori venivano raccolti ed esposti per allontanare gli spiriti maligni. I fiori sono tipicamente in fiore il giorno del compleanno di San Giovanni Battista (24 giugno). L’erba è un nome spesso dato a una pianta curativa. Il nome del genere deriva dalle parole greche hyper, che significa sopra, ed eikon, che significa immagine, in riferimento alla pratica di appendere i fiori di questo genere sopra immagini, quadri o finestre. L’epiteto specifico è in riferimento all’aspetto perforato delle foglie (dai punti traslucidi).Altri nomi comuni includono goatweed o Klamath weed (la pianta è stata scoperta per la prima volta in natura in California, vicino al fiume Klamath).

  Aglio e peperoncino per piante

Pianta di iperico Irlanda

ContattiUtilizzate il modulo a destra per contattarci. Potete modificare il testo in quest’area e cambiare il punto di invio del modulo di contatto a destra, entrando in modalità di modifica utilizzando le modalità in basso a destra.

L’iperico (Hypericum perforatum) è utilizzato in erboristeria fin dall’antichità. Originaria dell’Europa, l’erba fu portata in Nord America nel 1700, dove veniva coltivata nei giardini sia per la sua bellezza che per il suo uso medicinale. Fuggita da tempo dai primi giardini degli speziali, l’iperico si trova oggi in abbondanza in tutto il continente.  L’erba del soleL’iperico illumina il giardino con i suoi fiori a forma di stella di colore giallo oro. I fiori iniziano ad aprirsi intorno al solstizio d’estate e fioriscono per tutti i mesi estivi. In natura, l’iperico tende a crescere dove il terreno è stato impoverito o la terra è stata ferita. Troverete questi fiori straordinariamente dorati lungo le strade polverose di disboscamento, le cave di ghiaia cotte dal sole, le radure abbandonate e altri terreni incolti di questo tipo.

Erba di San Giovanni – tedesco

L’iperico (Hypericum perforatum) appartiene alla famiglia delle Hypericaceae. Esistono oltre 300 specie del genere Hypericum in tutto il mondo, ma questa è considerata la pianta ufficiale e quella più comunemente utilizzata in erboristeria. Originaria dell’Eurasia e del Nord Africa, questa pianta è arrivata in Nord America molto probabilmente nel 1700.

  Pianta per fare il genepy

Le gemme e le sommità fiorite di questa pianta sono state utilizzate per secoli e si dice che i monaci benedettini l’abbiano chiamata così in onore di San Giovanni Battista, dato che la fioritura avviene intorno al 24 giugno, giorno di San Giovanni. L’iperico aiuta a promuovere uno stato d’animo positivo e l’equilibrio emotivo.* Ha una lunga storia di utilizzo ed è un ingrediente in molti prodotti Herb Pharm.*

L’iperico ha un rapporto bellissimo e unico con il sole. I suoi semi contengono il fitocromo, un fotorecettore che impedisce la germinazione se il seme non è esposto alla luce. Se cercate di coltivare l’iperico in casa, assicuratevi di rincalzare delicatamente i semi sulla superficie del terreno invece di coprirli, in modo che la germinazione sia più probabile. Poiché l’iperico fiorisce intorno al solstizio d’estate, è anche un simbolo dell’inizio dell’estate.

Vietata l’erba di San Giovanni in Irlanda

L’iperico è stato utilizzato nella medicina alternativa come aiuto forse efficace nel trattamento del disturbo di somatizzazione (malattia o sintomi fisici senza una causa nota) o delle vampate di calore causate dalla menopausa. Le forme topiche di iperico si sono rivelate probabilmente efficaci nella guarigione delle ferite cutanee o nel trattamento dell’irritazione cutanea causata dalla psoriasi.

L’iperico è stato utilizzato anche per trattare il disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD), l’ansia sociale, l’epatite C, la sindrome dell’intestino irritabile, il dolore nervoso diabetico o la sindrome della bocca che brucia. Tuttavia, la ricerca ha dimostrato che l’iperico potrebbe non essere efficace nel trattamento di queste condizioni.

  Piante che hanno bisogno di poca luce

Altri usi non dimostrati dalla ricerca includono i disturbi d’ansia, il disturbo ossessivo compulsivo (DOC), la sindrome premestruale (PMS), il disturbo affettivo stagionale (SAD), l’herpes genitale o l’herpes labiale, il dolore al nervo sciatico, la fibromialgia, la sindrome da fatica cronica, l’emicrania, la perdita di peso o la cessazione del fumo.

Non è certo che l’iperico sia efficace nel trattamento di qualsiasi condizione medica. L’uso medicinale di questo prodotto non è stato approvato dalla FDA. L’iperico non deve essere utilizzato al posto dei farmaci prescritti dal medico.

Sonia Ricci

Sonia Ricci è una studentessa di biologia e blogger che scrive della sua prospettiva unica sulla scienza. Il suo blog tratta argomenti che vanno dalle ultime ricerche sull'impatto del cambiamento climatico alle opinioni sulle implicazioni etiche delle nuove tecnologie genetiche. Sonia è appassionata nel rendere la scienza accessibile a tutti e crede che tutti possano trovare qualcosa di interessante nella biologia se si prendono il tempo di cercarlo: seguite il suo blog per aggiornamenti regolari!