Pianta in barattolo di vetro

Pianta in barattolo di vetro

Idee di vasi per terrari

Mia figlia di 7 anni deve realizzare un progetto di scienze il 1° marzo 2008 per la sua classe di prima elementare. L’esperimento è “Cosa succede a una pianta quando la si mette in un vaso?”. Siamo tenuti a utilizzare il metodo scientifico e lo presenteremo alla classe all’inizio di marzo.

La nostra ipotesi è che la pianta muoia. Abbiamo due piante, una nel vaso e una fuori dal vaso. Entrambe sono sul bancone della cucina (ho incluso un link alla foto delle piante in fondo a questo post). Abbiamo annaffiato entrambe le piante prima di mettere quella nel vaso. Pensiamo che la pianta nel vaso debba essere lasciata in pace per tutto il tempo (dato che è nel vaso, tecnicamente non dovremmo aprire il coperchio per annaffiare e così via). Riteniamo che alla fine la mancanza di nutrienti (cioè acqua e CO2) ucciderà la pianta nel vaso, mentre la pianta fuori dal vaso prospererà perché sarà annaffiata e riceverà CO2.

Sei assolutamente sulla strada giusta quando parli di divertimento e apprendimento nel realizzare il progetto. A questa età, incoraggerei vostra figlia a pensare e a divertirsi con il suo progetto e a fare tutto ciò che è in grado di fare.

Si possono coltivare piante in vasi di vetro?

Erbe come il basilico, il prezzemolo, l’origano, l’erba cipollina, l’aneto, il coriandolo, il timo, la menta e il crescione possono essere coltivate facilmente in vasi e bottiglie di vetro.

Come si chiamano le piante in vaso di vetro?

Un terrario, un giardino in bottiglia o una teca wardiana sono tutti essenzialmente la stessa cosa, in quanto contengono e sostengono un ecosistema di piante in miniatura.

  Planimetria 120 pianta casa 120 mq

Una pianta può vivere in un vaso?

Le piante muoiono se si asciugano troppo, ma se il coperchio è ermetico, il vapore acqueo non deve poter uscire dal vaso. Se il coperchio non è ermetico e la pianta inizia a seccarsi, potete chiedere a vostra figlia di annaffiare la pianta all’interno del vaso.

Vaso per terrario

Non lasciatevi intimidire dai terrari in vaso di vetro. Tim Pollak, floricoltore all’aperto del Chicago Botanic Garden, offre una guida passo dopo passo per creare un terrario unico nel suo genere, pieno delle vostre piante preferite e di tocchi personali. Avete bisogno di qualche indicazione in più? Seguite il video qui sotto e ottenete qualche consiglio in più per il successo.

Innanzitutto, scegliete un contenitore come una bottiglia di vetro, un vaso o una ciotola di vetro, una serra in miniatura, una boccia per pesci o qualcosa di simile. Utilizzate un contenitore di vetro o plastica trasparente e ben chiuso per trattenere la maggior parte dell’umidità. Anche i contenitori aperti funzionano, ma richiedono innaffiature più frequenti.

4. Utilizzate un substrato di coltivazione pulito e ben drenato, ricco di materia organica. Una miscela di muschio di torba, vermiculite e perlite è una buona scelta. Il terreno deve essere leggermente inumidito prima di essere piantato. Se piantate un giardino nel deserto, usate il tipo di terreno adatto. Aggiungere circa 5 cm di terreno.

  Pianta tropicale che produce baccelli

5. Selezionate piante di piccole dimensioni adatte alle vostre condizioni di luce. Aggiungete un mix di piante con foglie piccole o grandi, di altezza ridotta o elevata e altre varianti. Aggiungete colore, sia con il fogliame colorato e interessante, sia con le piante da fiore.

Vaso grande per terrario in vetro

È possibile piantare un giardino di bottiglie praticamente in qualsiasi vaso di vetro, anche se quelli chiusi sono più adatti agli amanti dell’umidità e quelli aperti alle piante abituate a condizioni più secche. Non preoccupatevi se non riuscite a trovare quello che abbiamo usato noi: cercate nei negozi di beneficenza, nei centri di giardinaggio, nella vostra dispensa o su internet qualcosa che vi piaccia.

Mettete 5 cm di graniglia orticola sul fondo della bottiglia per drenare. Aggiungete il terriccio per piante d’appartamento fino a riempire la bottiglia per circa un terzo, rompendo eventuali grumi con le mani. Scegliete piante dal fogliame rigoglioso che prosperano in condizioni di scarsa luminosità e umidità.

Innaffiate con parsimonia lungo i lati della bottiglia, poiché i lati curvi impediscono l’evaporazione. Assicuratevi che il compost non si asciughi o si saturi d’acqua. Posizionare la bottiglia in un luogo luminoso, lontano dalla luce diretta del sole.

Piante da interno in bottiglie di vetro

Esplorate le nostre guide creative per scoprire modi divertenti e artigianali di utilizzare i barattoli Kilner®Kilner® Jar TerrariumQuesti terrari di tendenza saranno un ottimo regalo e sono perfetti per portare un tocco di aria aperta in casa.

Fase 3 Aggiungere il terriccio. Se si utilizzano cactus o piante grasse, assicurarsi di aggiungere un po’ di sabbia o piccole rocce, poiché queste piante richiedono un buon drenaggio del terreno. Riempite il vaso solo per ¼, in modo da lasciare spazio alle piante.

  Piante velenose per cani e gatti

Fase 4: scuotete la terra sciolta dalle radici delle piante e interratele nel terrario in modo che la base delle piante sia pari alla superficie del terreno. Distribuite il terriccio intorno a ogni pianta per mantenerla in posizione. Non sovraffollate il terrario, ma lasciate spazio all’aria intorno a ogni pianta.

Fase 5 Aggiungere quindi le decorazioni di finitura: rocce di dimensioni miste, muschi secchi, legni di palude, cristalli o ninnoli impermeabili. Anche in questo caso, non sovraccaricate il terrario con le decorazioni, ma lasciate un po’ di spazio alle piante per crescere e avere un buon flusso d’aria.

Sonia Ricci

Sonia Ricci è una studentessa di biologia e blogger che scrive della sua prospettiva unica sulla scienza. Il suo blog tratta argomenti che vanno dalle ultime ricerche sull'impatto del cambiamento climatico alle opinioni sulle implicazioni etiche delle nuove tecnologie genetiche. Sonia è appassionata nel rendere la scienza accessibile a tutti e crede che tutti possano trovare qualcosa di interessante nella biologia se si prendono il tempo di cercarlo: seguite il suo blog per aggiornamenti regolari!