Pianta di cocco in casa

Pianta di cocco in casa

Coltivazione di cocco

Pochi alberi sono più esotici della palma da cocco (Cocos nucifera Linn.). Questo albero regale produce semi commestibili – le noci di cocco. Sfortunatamente, le palme da cocco sono resistenti solo nelle zone 11 e 12 della USDA. Hanno bisogno di temperature minime di circa 72 gradi e crescono meglio quando le temperature sono comprese tra 85 e 95 gradi.

Potete provare a coltivarle in casa, ma probabilmente non daranno frutti. Se vivete in una zona calda e tropicale, potete piantare le palme da cocco all’aperto in qualsiasi periodo dell’anno, anche se i mesi caldi e piovosi dell’estate sono i migliori. Gli alberi crescono lentamente e possono non produrre frutti per diversi anni. A maturità, possono raggiungere un’altezza di 80-100 piedi.

Il modo più semplice per coltivare le palme da cocco è partendo da una pianta da vivaio in vaso, ma è possibile coltivarle da seme. Iniziate con una noce di cocco, di quelle che si trovano nei negozi di alimentari. Mettete la noce di cocco in un secchio pieno d’acqua tiepida. Utilizzate un sasso o un peso per tenere la noce di cocco immersa nell’acqua e lasciatela per tre o quattro giorni. Questo ammollo ammorbidisce la noce di cocco e accelera il processo di germinazione.

Cocco germogliato

Inviare un regalo? Aggiungete un messaggio gratuito, stampato su un elegante biglietto al momento del pagamento. Garantiamo inoltre che le vostre piante arriveranno in ottime condizioni direttamente dal nostro vivaio dell’Essex. In caso contrario, le sostituiamo gratuitamente.

Membro della famiglia delle Arecaceae, l’iconica palma da cocco cresce naturalmente lungo le coste tropicali in pieno sole. La palma da cocco ha uno splendido fogliame verde alto che spunta dal guscio della noce di cocco. Questa pianta è di grande effetto, ma può essere descritta come bisognosa di cure regolari.

  Pianta per allontanare le mosche

Condizioni di luce: prospera in piena luce e può sopportare il pieno sole, ma non va posizionata vicino a una finestra per evitare temperature estreme. Necessità: è una pianta molto esigente che richiede temperature calde e nebulizzazioni regolari. Si avvantaggia di una regolare spolveratura per mantenere i pori aperti. Ama essere collocata all’esterno durante i caldi mesi estivi. Irrigazione: assicurarsi che il terreno sia sempre umido, ma non inzuppare la pianta. Nebulizzare ogni due o tre giorni per mantenere alti i livelli di umidità. Posizione ideale: bagni e cucine, stanze esposte a sud. Velocità di crescita: la crescita è molto lenta. Una palma da cocco può impiegare 5 anni per raggiungere i 5 piedi in casa. Temperatura: ama il caldo, meglio se sopra i 21°C di giorno e non sotto i 18°C di notte. Animali domestici: questa pianta è sicura per cani e gatti. Dimensioni:  L19cm x H160-170cm Conosciuta anche come:  Cocos Nucifera

Bonsai di cocco

Jon VanZile è un maestro giardiniere che ha scritto contenuti per The Spruce per oltre un decennio. È autore di “Houseplants for a Healthy Home” (Piante da appartamento per una casa sana) e i suoi scritti sono apparsi anche sul Chicago Tribune e su Better Homes & Gardens, tra gli altri. Jon ha iniziato a collezionare piante oltre 10 anni fa e mantiene una crescente collezione di piante rare e tropicali.

  Pianta di coca è legale in italia

Kathleen Miller è un’apprezzata Master Gardener e orticoltrice che condivide la sua conoscenza della vita sostenibile, del giardinaggio biologico, dell’agricoltura e della progettazione del paesaggio. Ha fondato la Gaia’s Farm and Gardens, un’azienda agricola in permacultura sostenibile, e scrive per Gaia Grows, una rubrica su un giornale locale.  Ha oltre 30 anni di esperienza nel giardinaggio e nell’agricoltura sostenibile.

La palma da cocco (Cocos nucifera) è caratterizzata da un tronco singolo alto, grigio-marrone e leggermente ricurvo, da fronde verdi e tentacolari e, naturalmente, dalle noci di cocco. Ama anche molto calore, sole e umidità. Questo può essere difficile, ma non impossibile, da riprodurre per una palma da interno.

Piantagioni di cocco

La palma da cocco viene definita “Kalpavriksha” – l'”albero del cielo” – poiché ogni sua parte è utile all’uomo in un modo o nell’altro. Fornisce cibo, bevande, combustibile e legname. Milioni di famiglie in India dipendono dalla noce di cocco per il loro sostentamento, direttamente o indirettamente L’India è al terzo posto per superficie e produzione di cocco nel mondo. I quattro Stati meridionali, Kerala, Tamil Nadu e Tamil Nadu, sono al terzo posto per superficie e produzione di cocco. Kerala, Tamil Nadu, Karnataka e Andhra Pradesh sono i principali Stati produttori di cocco in India e rappresentano oltre il 90% della superficie e della produzione. Esiste un ampio margine di miglioramento della produttività della noce di cocco attraverso l’adozione di tecnologie colturali scientifiche, descritte qui di seguito.

La palma da cocco cresce in condizioni climatiche e pedologiche variabili. Si tratta essenzialmente di una pianta tropicale, che cresce soprattutto tra i 20° di latitudine nord e i 20° di latitudine sud. La temperatura ideale per la crescita e la resa della noce di cocco è di 27 ± 5° C e l’umidità > 60 per cento. La palma da cocco cresce bene fino a un’altitudine di 600 m sul livello del mare. Tuttavia, vicino all’equatore, le piantagioni di cocco possono essere produttive fino a un’altitudine di circa 1000 m sopra il livello del mare. Le palme tollerano un’ampia gamma di intensità e distribuzione delle precipitazioni. Tuttavia, una pioggia ben distribuita di circa 200 cm all’anno è la migliore per una crescita corretta e una maggiore resa. Nelle zone in cui le precipitazioni sono insufficienti e distribuite in modo non uniforme, è necessario ricorrere all’irrigazione.

  Moringa pianta dove si trova

Sonia Ricci

Sonia Ricci è una studentessa di biologia e blogger che scrive della sua prospettiva unica sulla scienza. Il suo blog tratta argomenti che vanno dalle ultime ricerche sull'impatto del cambiamento climatico alle opinioni sulle implicazioni etiche delle nuove tecnologie genetiche. Sonia è appassionata nel rendere la scienza accessibile a tutti e crede che tutti possano trovare qualcosa di interessante nella biologia se si prendono il tempo di cercarlo: seguite il suo blog per aggiornamenti regolari!