Fosforo per piante fai da te

Fosforo per piante fai da te

Come fare il fosforo in casa

In un recente articolo pubblicato sul Canadian Journal of Soil Science (2010) 90: 257-266, i ricercatori hanno dimostrato che la combinazione di rocce fosfatiche (PR) con la coltura da sovescio del grano saraceno non ha prodotto benefici agronomicamente significativi.

Mentre una delle tre rocce fosfatiche testate ha aumentato l’assorbimento di P da parte della coltura di grano saraceno, i residui di grano saraceno non hanno migliorato la resa della coltura successiva, spiega Melissa Arcand, autrice principale della ricerca.

Cercare di aumentare la disponibilità di fosforo era uno degli scopi principali dello studio “Residues from a buckwheat (Fagopyrum esculentum) green manure crop grown with phosphate rock influence bioavailability of soil phosphorus”.

Nei sistemi di agricoltura biologica, il fosforo viene fornito principalmente attraverso il riciclo di materiali organici dell’azienda agricola, come compost, sovesci e concimi animali. Questi materiali organici contengono fosforo mineralizzato dagli organismi del suolo, rendendo questo macronutriente più facile da utilizzare per le piante.

L’aggiunta di residui di sovescio al terreno può aumentare i tassi di mineralizzazione del fosforo nel suolo, ma le basse concentrazioni nei residui spesso non soddisfano le esigenze delle colture. “La selezione di specie di colture da sovescio che hanno un elevato assorbimento di P ha il potenziale per superare i limiti dei materiali organici nel fornire P in questi sistemi”, si legge nello studio.

Posso produrre il mio fosforo?

La farina d’ossa è il modo più semplice per ottenere il fosforo in giardino. Si trova nei fertilizzanti o si può usare insieme ad altri prodotti per creare il proprio, in modo da poter controllare i livelli di ogni sostanza nutritiva che viene immessa nel giardino.

  Coleus canina detta anche pianta spaventa gatti

Qual è il modo più veloce per aggiungere fosforo al terreno?

Utilizzate compost, letame animale, farina di ossa, fosfato di roccia o sovescio come fonti naturali di fosforo. Per ottenere risultati ottimali, aggiungetelo al terreno 1-2 settimane prima della semina. Potete anche aggiungerlo durante la stagione di crescita per dare alle piante un po’ di forza in più.

Come posso ottenere il fosforo in modo naturale?

Il fosforo si trova negli alimenti (fosforo organico) e si trova naturalmente in alimenti ricchi di proteine come carne, pollame, pesce, noci, fagioli e latticini.

Come preparare un fertilizzante al fosforo fatto in casa

Per mantenere il livello di fosforo nella norma, è necessario conoscere la propria dieta e i farmaci per il controllo del fosforo. Il fosforo si trova negli alimenti (fosforo organico) ed è naturalmente presente negli alimenti ricchi di proteine come carne, pollame, pesce, noci, fagioli e latticini. Il fosforo presente negli alimenti animali viene assorbito più facilmente di quello presente negli alimenti vegetali.

Il fosforo aggiunto agli alimenti sotto forma di additivo o conservante (fosforo inorganico) si trova in alimenti come i fast food, i cibi pronti, le bevande in scatola e in bottiglia, le carni migliorate e la maggior parte degli alimenti trasformati. Il fosforo contenuto negli additivi alimentari viene completamente assorbito. Evitare gli additivi del fosforo può ridurre l’assunzione di fosforo. Gli additivi del fosforo si trovano nell’elenco degli ingredienti dell’etichetta nutrizionale. Cercate “PHOS” per trovare gli additivi del fosforo negli alimenti.

Esistono diversi tipi di leganti del fosforo. Sono disponibili pillole, compresse masticabili, polveri e liquidi. Alcuni tipi contengono anche calcio, altri no. È necessario assumere solo il legante dei fosfati ordinato dal medico o dal dietologo.

  Piante da giardino pianura padana

Potassio per piante fai da te

Il fosforo è uno dei principali macronutrienti elencati sulle confezioni di fertilizzanti, noto come rapporto NPK, ed è presente a livelli variabili nella maggior parte dei terreni. Questo macronutriente superstar aiuta le piante a costruire pareti cellulari forti, che mantengono la pianta in posizione eretta, e svolge anche un ruolo nella crescita di radici forti che assorbono i nutrienti dal terreno.

In natura, quando le piante assorbono il fosforo dal terreno, la materia vegetale in decomposizione e gli animali morti reintegrano i nutrienti esauriti. Per le piante da interno, dobbiamo reintegrare le sostanze nutritive che assorbono con un fertilizzante per piante da interno, per assicurarci che la pianta abbia un ambiente di crescita fertile.

Molte piante amano essere concimate almeno una o due volte l’anno durante la stagione di crescita. Quando si usa un fertilizzante bilanciato, si può essere certi che la pianta riceva un po’ di fosforo insieme agli altri nutrienti.

Questi tipi di piante esauriscono i livelli di fosforo nel terreno e nei fertilizzanti più velocemente delle piante a foglia verde e potrebbero aver bisogno di essere concimate un po’ più frequentemente. Il modo migliore per sapere se la vostra pianta ha bisogno di fosforo è fare un’analisi del profilo del terreno per misurare i livelli di nutrienti.

Fertilizzante al fosforo liquido fatto in casa

La maggior parte del fosforo deriva da rocce estratte. Tuttavia, un’altra fonte naturale di fosforo per le piante è l’osso animale. La ricetta spiegherà come trasformare un comune osso animale in un fertilizzante a base di farina di ossa secche.

  Pianta di melanzana in inverno

La maggior parte del fosforo mondiale proviene da rocce fosfatiche estratte in siti come questo a Nauru, in Micronesia. Questo perché il fosforo inorganico presente nelle rocce è molto più abbondante delle fonti organiche di fosforo presenti nei tessuti animali e vegetali. Inoltre, non esiste un modo conosciuto per sintetizzare il fosforo.          Lorrie Graham https://commons.wikimedia.org/wiki/File:The_site_of_secondary_mining_of_Phosphate_rock_in_Nauru,_2007._Photo-_Lorrie_Graham_(10729889683).jpg

Tutti i fertilizzanti per piante contengono azoto, fosforo e potassio. Questi sono i macronutrienti, ovvero gli elementi che si trovano in maggiore quantità nelle piante. I diversi tipi di fertilizzanti contengono questi macronutrienti in quantità e rapporti diversi.

L’azoto (N) è fondamentale per la formazione della clorofilla e degli aminoacidi. Favorisce la produzione delle foglie. Una pianta carente di azoto invia il nutrimento prima ai giovani germogli e poi alle foglie mature. La morte delle foglie mature può essere un segno che la pianta ha bisogno di azoto.

Sonia Ricci

Sonia Ricci è una studentessa di biologia e blogger che scrive della sua prospettiva unica sulla scienza. Il suo blog tratta argomenti che vanno dalle ultime ricerche sull'impatto del cambiamento climatico alle opinioni sulle implicazioni etiche delle nuove tecnologie genetiche. Sonia è appassionata nel rendere la scienza accessibile a tutti e crede che tutti possano trovare qualcosa di interessante nella biologia se si prendono il tempo di cercarlo: seguite il suo blog per aggiornamenti regolari!