Distanza lampada led pianta indoor

Distanza lampada led pianta indoor

Per saperne di più

Molti coltivatori stanno iniziando a usare le luci di coltivazione, soprattutto quelle a LED, ma c’è molta confusione su come usarle esattamente. Una delle domande più frequenti sull’uso delle luci di coltivazione a LED riguarda la distanza che devono avere dalle piante.

In generale, le luci di coltivazione a LED dovrebbero trovarsi a 12-30 pollici dalla cima delle piante. Man mano che le piante crescono, regolerete le luci per mantenere una distanza costante dalle piante. Tuttavia, la distanza varia a seconda della potenza delle luci, del tipo di pianta e della quantità di luce ambientale.

Poiché le luci a LED emettono principalmente lunghezze d’onda rosse e blu, sono adatte per le prime fasi di crescita delle piante, nonché quando le piante iniziano a fiorire e a produrre frutti, poiché queste fasi del ciclo di vita delle piante richiedono la luce più intensa per ottenere la massima produzione.

Aggiungiamo un altro vantaggio dell’uso delle luci di coltivazione a LED: Poiché le luci a LED producono meno calore, è possibile posizionarle più vicino alle piante. Possono essere posizionate tra i 12 e i 30 pollici sopra le piante, con una bassa probabilità di bruciarle.

Distanza lampada led pianta indoor del momento

Questa è una domanda frequente per i giardinieri nuovi ed esperti, perché le conseguenze possono essere catastrofiche. Se la luce è troppo vicina alle piante, queste si bruceranno, mentre se la luce è troppo lontana, le piante si allungheranno e saranno deboli. Tuttavia, i fattori che determinano la distanza a cui appendere le luci di coltivazione a LED sono molteplici, quindi analizziamoli!

  Pianta di olivo o ulivo

Prima di decidere l’altezza di sospensione, dovrete trovare la luce più adatta alle vostre piante. Ciò significa quale tipo di luce LED desiderate e quanti watt consuma. Per decidere la luce di coltivazione a LED più adatta per il vostro giardino o le vostre piante indoor, dovrete esaminare alcune caratteristiche chiave della luce. Il design e la dissipazione del calore giocano un ruolo importante in questa scelta. Desiderate un pannello di luce di crescita a LED o un gruppo di lampadine di crescita a LED? Una volta deciso questo aspetto, si può iniziare a considerare la dissipazione del calore della lampada. Per quanto riguarda la dissipazione del calore nelle luci di coltivazione a LED, si tratta di due tipi diversi. Una forma di luci di coltivazione a LED collega il chip LED alla luce tramite pasta termica, mentre le schede PCB e le luci di coltivazione che utilizzano la ceramica collegano il chip direttamente al dissipatore di calore in ceramica. Sebbene entrambi i tipi di tecnologia rendano le luci di coltivazione a LED più efficienti rispetto alle luci di coltivazione tradizionali, l’uso della ceramica garantisce una maggiore durata della luce. Infatti, i pezzi che circondano il chip LED sono meno numerosi.

Distanza lampada led pianta indoor 2021

È importante capire che non esiste una regola universale per stabilire a quale distanza posizionare le luci LED dalle piante in ogni fase della crescita. I diversi produttori costruiscono le loro lampade a LED in modi diversi. Ci sono molti dettagli da prendere in considerazione, come la potenza e l’angolo dei singoli LED all’interno di un apparecchio e l’uso di lenti per riflettere la luce verso il basso. Il modo migliore per ottenere la distanza perfetta tra la luce e la tettoia è consultare il produttore.

  Orto piante che stanno bene insieme

La seconda cosa da tenere a mente è che il corretto posizionamento della luce LED cambia a seconda della fase di crescita. Se il LED è dimmerabile, è possibile utilizzare la dimmerazione per regolare l’intensità della luce sulla superficie della pianta. Se il LED non è dimmerabile, l’unica opzione è cambiare l’altezza di sospensione. Questi esempi non sono regole ferree, quindi non seguiteli senza il consenso del produttore della vostra lampada. Ma solo per darvi un’idea approssimativa di come viene generalmente posizionata la luce LED durante il ciclo di crescita:

Distanza lampada led pianta indoor 2022

Poiché Urban Leaf si concentra sulle piante commestibili (cioè alimentari), le nostre raccomandazioni sono specifiche per questo tipo di piante. I requisiti di luce per le piante d’appartamento “decorative” sono molto diversi. Va inoltre sottolineato che le raccomandazioni e le indicazioni che offriamo qui sono applicabili soprattutto ai raccordi a vite di tipo E26, come Vita.

La distanza consigliata per la coltivazione di lattuga, erbe aromatiche e verdure a foglia è di 3-13 pollici, come illustrato sopra; il valore esatto dipende dalla potenza e dal fatto che la vostra lampada sia o meno dotata di ottica (fascio stretto) o meno (fascio largo).

  Pianta per la festa della mamma

Per sapere a quale distanza la vostra luce di coltivazione deve trovarsi dalle piante, ci sono alcune cose da sapere. In primo luogo, dobbiamo capire il DLI o Daily Light Integral per le vostre piante. Si tratta dell’equivalente del mondo vegetale rispetto a noi umani e alle nostre calorie.

Se non si fornisce loro abbastanza energia luminosa ogni giorno, le piante appassiranno e probabilmente moriranno. Nel nostro articolo di accompagnamento intitolato Per quanto tempo si dovrebbero lasciare accese le luci di coltivazione, includiamo un elenco completo per le piante commestibili, ma se state cercando un intervallo approssimativo, la maggior parte delle piante commestibili richiede 10-30 mol/m2/giorno.

Sonia Ricci

Sonia Ricci è una studentessa di biologia e blogger che scrive della sua prospettiva unica sulla scienza. Il suo blog tratta argomenti che vanno dalle ultime ricerche sull'impatto del cambiamento climatico alle opinioni sulle implicazioni etiche delle nuove tecnologie genetiche. Sonia è appassionata nel rendere la scienza accessibile a tutti e crede che tutti possano trovare qualcosa di interessante nella biologia se si prendono il tempo di cercarlo: seguite il suo blog per aggiornamenti regolari!