Diserbante che non danneggia le piante

Diserbante che non danneggia le piante

Ortofrutta b gon

Un terreno sano è fondamentale per la crescita e il mantenimento di un ambiente bello. Le erbacce, invece, prosperano in un terreno non sano. Eppure, regolarmente, molti proprietari di case lottano con erbacce ostinate anche se il loro terreno è in buona salute. È quindi ragionevole che i proprietari di casa e i giardinieri vogliano sapere come eliminare le erbacce o cosa le uccide definitivamente.

L’eliminazione definitiva delle erbe infestanti consiste nel colpire e uccidere la radice della pianta. È possibile utilizzare diserbanti naturali o di sintesi, ma alla fine le erbacce torneranno se la radice della pianta sopravvive.    In questo blog, Summit Turf Services fornirà suggerimenti e indicazioni per eliminare le erbacce fastidiose.

In tutto il suo splendore, la natura trova il modo di far crescere le erbacce dove non si vuole. Se non vengono controllate, queste erbacce possono competere per le sostanze nutritive del vostro prato o giardino. La lotta per controllare le erbacce è un problema comune a molti giardinieri.

I metodi naturali di controllo delle erbe infestanti sono in genere più sicuri da utilizzare, poiché non sono potenzialmente dannosi per la famiglia, gli animali domestici o l’ambiente. Per esempio, la pacciamatura del giardino con la carta di giornale è una tecnica naturale per tenere a bada le erbacce nel vostro giardino, che dovrebbe ostacolare il loro sviluppo mantenendo il nutrimento del terreno.

Cosa posso spruzzare intorno alle piante per uccidere le erbacce?

Funziona anche una miscela di una tazza di sale sciolta in 2 tazze di acqua calda. Alcuni giardinieri nebulizzano con sidro di mele o aceto bianco a tutta forza, ma la pioggia ne diluisce l’efficacia. Fate attenzione a non spruzzare questi prodotti sull’erba o sulle piante desiderate nelle bordure e nelle aiuole.

Qual è l’erbicida meno tossico?

I “saponi” erbicidi sono erbicidi postemergenti meno tossici. Questi prodotti contengono sali di acidi grassi che si scompongono in anidride carbonica e acqua. Sono più efficaci sulle infestanti annuali perché interrompono le membrane cellulari uccidendo solo i tessuti con cui entrano in contatto.

  Piante da siepe pieno sole

Il roundup uccide le ortensie

Le aiuole portano colore e gioia al vostro giardino e prendersene cura richiede attenzione, pazienza e competenza. Quando si tratta di diserbanti, si rischia di perdere tutto il duro lavoro e l’impegno profuso per rendere bello il giardino se non si usano questi prodotti correttamente o se si sceglie quello sbagliato.

Se siete come me e siete orgogliosi del vostro giardino, volete sapere esattamente cosa ci mettete dentro. Ecco perché mi sono preso il tempo di scoprire il miglior diserbante per aiuole. Ho provato, testato e confrontato il meglio del meglio. Ho messo a fuoco l’efficacia del prodotto, la sicurezza e la facilità d’uso di tutti i migliori diserbanti in circolazione.

Un diserbante selettivo è progettato per differenziare le piante in base al loro funzionamento. Tutte le piante, comprese quelle infestanti, hanno bisogno di determinati ambienti per crescere e prosperare. Quindi, ad esempio, alcuni diserbanti utilizzano ingredienti molto tossici per le infestanti a foglia larga, ma meno tossici per altri tipi di piante.

Un diserbante non selettivo non offre lo stesso livello di controllo di un diserbante selettivo. È necessario prestare maggiore attenzione alla sua applicazione, poiché può rovinare le piante desiderate. Un diserbante non selettivo utilizza ingredienti come il glifosato, che è tossico sia per le piante a foglia larga che per quelle erbacee.

Quanto posso spruzzare il Roundup vicino alle piante?

I danni da erbicidi possono essere difficili da diagnosticare. Una persona esperta è generalmente in grado di capire quando il danno da erbicida è una possibile causa, ma la convalida richiede un’analisi di laboratorio del tessuto della pianta e/o del terreno quando la sostanza chimica è ancora presente. Tali test possono costare da 65 a 150 dollari per campione o più. È necessario effettuare test individuali per ogni erbicida sospetto. Per alcuni erbicidi i test potrebbero non essere disponibili. Più comunemente, un caso indiziario viene formulato dopo un esame approfondito della pianta o delle piante danneggiate, delle piante circostanti, dell’andamento del danno, della probabilità che il danno si sia verificato in base al punto di applicazione dell’erbicida sospetto e dell’anamnesi dei sintomi.

  Piante da frutto senza trattamenti

I sintomi generali possono includere uno o più dei seguenti sintomi: foglie arricciate o a coppa, crescita stentata, foglie scolorite o foglie con macchie morte. Lo stesso erbicida può causare sintomi diversi su specie vegetali diverse.

Poiché gli erbicidi non lasciano un “biglietto da visita” come gli acari, gli insetti e le malattie (ma i danni che provocano possono essere scambiati per danni da erbicidi), si consiglia di escludere prima questi ultimi. Altri disturbi che producono sintomi che possono assomigliare ai danni da erbicidi sono le malattie virali, le avversità atmosferiche, i danni da sale, la siccità, la compattazione del terreno, l’errata applicazione di fertilizzanti, lo stress radicale e le carenze di nutrienti. Per escludere queste cause è necessario esaminare attentamente il sito e prestare attenzione agli schemi. L’andamento delle piante danneggiate è coerente con la dispersione degli spruzzi? È stato colpito più di un tipo di pianta? I sintomi sono comparsi entro uno o due giorni (nella maggior parte dei casi) dalla sospetta applicazione di un erbicida? Nell’area sono stati utilizzati prodotti per il controllo delle infestanti del prato, compresi prodotti per infestanti e mangimi contenenti un erbicida? La risposta a queste e ad altre domande può contribuire a creare un caso circostanziale di danno da erbicida.

Come eliminare le erbacce intorno agli arbusti

Amanda Rose Newton ha conseguito lauree in orticoltura, biochimica, entomologia e presto un dottorato di ricerca in didattica delle materie scientifiche. È un’entomologa certificata e fa volontariato per il programma Farmer to Farmer dell’USAID. Attualmente è docente di orticoltura, specialista dell’istruzione e specialista di parassiti.

  Sant ivo alla sapienza pianta

Jennifer Klump è una fact-checker di The Spruce dal 2019. Ha 22 anni di esperienza come bibliotecaria nella conduzione di ricerche bibliografiche su salute, fauna selvatica e istruzione. Jennifer è bibliotecaria tecnica presso l’ASRC Federal, dove si occupa di richieste relative a questioni di qualità dell’aria per l’EPA.

I diserbanti assicurano che il vostro paesaggio abbia un aspetto ottimale tutto l’anno, senza erbacce invasive, gramigna, denti di leone o carici. Abbiamo fatto una ricerca su numerosi diserbanti e li abbiamo valutati in base a diverse caratteristiche chiave, tra cui la facilità d’uso, la durata della protezione e il rapporto qualità-prezzo.

Spectracide è una scelta popolare per le aree in cui contano i risultati di qualità, come i campi da golf, gli stadi sportivi e i tappeti erbosi. La sua qualità e la sua forza derivano dalla sua diversità. È possibile applicarlo su aiuole, intorno agli alberi e persino su superfici dure, come camminamenti e patii. I risultati si ottengono il giorno stesso dell’applicazione e la resistenza alle intemperie si ottiene in 15 minuti.

Sonia Ricci

Sonia Ricci è una studentessa di biologia e blogger che scrive della sua prospettiva unica sulla scienza. Il suo blog tratta argomenti che vanno dalle ultime ricerche sull'impatto del cambiamento climatico alle opinioni sulle implicazioni etiche delle nuove tecnologie genetiche. Sonia è appassionata nel rendere la scienza accessibile a tutti e crede che tutti possano trovare qualcosa di interessante nella biologia se si prendono il tempo di cercarlo: seguite il suo blog per aggiornamenti regolari!