Concimi per piante da fiore

Concimi per piante da fiore

Miracle gro bloom booster

Vi è mai capitato di avere piante che non sono fiorite come vi aspettavate? Sono così belle nei cataloghi e quindi vi aspettate la stessa fioritura perfetta nel vostro giardino. Per poi ritrovarsi con una fioritura stentata e stentata.

Per scoprire come aumentare la fioritura e il colore delle piante sane, leggete fino in fondo l’elenco completo dei fertilizzanti più efficaci. Se avete bisogno solo di un consiglio rapido e affidabile sul miglior fertilizzante per fiori, ecco le mie due scelte migliori.

Gli studi hanno dimostrato che le piante sanno che stagione è in base alla quantità di luce solare che rilevano. Un aumento, o una diminuzione, innesca enzimi e proteine per aumentare o rallentare la crescita e la produzione di gemme.

Tutte le piante hanno bisogno di azoto, fosforo e potassio per crescere e fiorire. Tuttavia, è il fosforo a favorire la formazione dei boccioli, dei frutti e dei semi. Che è l’obiettivo principale del processo riproduttivo di una pianta da fiore.

Le piante da frutto richiedono una quantità maggiore di un nutriente rispetto a un altro nelle diverse fasi di sviluppo. Gli alberi da frutto, i cespugli di bacche, i meloni e le zucche ottengono i migliori risultati se all’inizio ricevono più azoto. Poi si passa a una maggiore quantità di fosforo e potassio man mano che le gemme si formano.

Quali sostanze nutritive aumentano la fioritura?

Il fosforo (P) favorisce la crescita delle radici, promuove la fioritura e l’allegagione e la resistenza alle malattie.

  Piante da giardino verdi tutto lanno

Qual è l’NPK migliore per le piante da fiore?

NPK 15 15 15 Fertilizzante

Si comporta molto bene per le piante da fiore e da frutto.

Pianta a puntaspilli

Tuttavia, i fertilizzanti possono essere estremamente costosi e i prodotti acquistati in negozio possono contenere una serie di sostanze chimiche, alcune delle quali dannose per l’ambiente. Questo è uno dei motivi per cui molti ritengono che l’orto in casa sia un hobby estremamente costoso. Fortunatamente, se si impara a produrre il proprio fertilizzante, non è affatto così.

Se il terreno utilizzato è carente di sostanze nutritive o se si è deciso di piantare qualcosa di più esigente, è consigliabile utilizzare un fertilizzante. Ma perché spendere molti soldi per un fertilizzante acquistato in negozio quando è possibile prepararlo in casa con pochi ingredienti?

Le alternative facili e prive di sostanze chimiche sono facilmente reperibili e possono essere utilizzate come nutrimento per le piante e per i fiori; anche preparare il proprio nutrimento organico per le piante può essere divertente e senza problemi. Il primo passo richiede un buon terreno. Per ottenere questo risultato, è necessario un buon compost. Il compost è estremamente semplice da realizzare e può essere creato in casa utilizzando sfalci di prato e avanzi di cibo. In effetti, è quasi a costo zero.

  Piante purificanti per camera da letto

Mangime per piante Miracle-gro

Il fertilizzante è importante?    Guardate l’immagine qui sopra: una è stata concimata regolarmente con il fertilizzante appropriato, mentre l’altra non ha ricevuto alcun fertilizzante.    Indovinate qual è l’uno e qual è l’altro.    E no, quella non è una nuova vinca a foglia chartreuse con fiori più piccoli… quella pianta è semplicemente affamata di nutrienti.

Quando piantate le annuali, applicate un fertilizzante bilanciato a rilascio graduale.    Per le annuali in fiore, utilizzate Ferti-Lome Premium Bedding Plant Food (7-22-8).    Per le annuali con interesse per il fogliame, come coleus, cavoli, kale e altre che non sono incoraggiate a fiorire, utilizzate Ferti-Lome Start-N-Gro (19-6-12).    Entrambi sono granuli da spargere sul terreno alla dose di applicazione indicata sul sacchetto.

I tre numeri sulle etichette dei fertilizzanti stanno per Azoto, Fosforo e Potassio, in quest’ordine.    In parole povere, l’azoto favorisce la crescita delle foglie, il fosforo la robustezza degli steli e la produzione di fiori, mentre il potassio promuove lo sviluppo e la salute delle radici, aumentando la resistenza generale.

Fertilizzante a lento rilascio

I migliori fertilizzanti per i fiori sono quelli multiuso che contengono i macronutrienti necessari: azoto, fosforo e potassio, indicati con la sigla NPK, come 24-8-16 o 12-4-8. Valori di fosforo troppo elevati nei fertilizzanti non sono necessari per la fioritura dei fiori. I fertilizzanti per fiori devono essere più ricchi di azoto (N).

  Piante per pergolati a crescita veloce

Pur essendo ricco di sostanze nutritive, non contiene sostanze chimiche sintetiche, OGM o letame di pollo. È possibile utilizzare questo fertilizzante per qualsiasi fase di crescita e la confezione da 4 libbre durerà per diversi mesi.

Non lasciate che i granuli si depositino sulla superficie del terreno, ma mescolateli bene nello strato superiore del terreno in modo che le radici abbiano un migliore accesso al fertilizzante. Per una migliore distribuzione dei nutrienti, annaffiare il terreno prima e dopo aver aggiunto i granuli.

Sonia Ricci

Sonia Ricci è una studentessa di biologia e blogger che scrive della sua prospettiva unica sulla scienza. Il suo blog tratta argomenti che vanno dalle ultime ricerche sull'impatto del cambiamento climatico alle opinioni sulle implicazioni etiche delle nuove tecnologie genetiche. Sonia è appassionata nel rendere la scienza accessibile a tutti e crede che tutti possano trovare qualcosa di interessante nella biologia se si prendono il tempo di cercarlo: seguite il suo blog per aggiornamenti regolari!