Cartellini per piante fai da te

Cartellini per piante fai da te

Marcatori di semi fai da te

Nessuno apprezza il giardinaggio più dei giardinieri, le persone che si occupano delle piante tutto il giorno. I giardinieri trattano le loro piante come se fossero i loro figli. E proprio come ogni bambino ha esigenze uniche per una crescita ottimale, lo stesso vale per le specie vegetali. Non tutte le piante hanno bisogno di un particolare tipo di fertilizzante, della stessa quantità d’acqua o dello stesso tipo di terreno. La maggior parte delle piante ha esigenze molto specifiche e per i giardinieri può essere difficile ricordare i requisiti unici di tutte le piante del loro giardino. Per risolvere questo problema, esiste un fantastico strumento chiamato plant tag. È possibile scrivere rapidamente tutte le informazioni su una pianta su un cartellino e inserirlo nel terreno. In questo modo è possibile conoscere immediatamente le esigenze di ogni pianta.

Il mercato è pieno di targhette di questo tipo e l’acquisto della migliore potrebbe creare confusione. Per questo motivo, abbiamo pensato di risolvere la vostra crisi. Dopo aver esaminato molti prodotti, ecco i migliori cartellini per piante del 2022 per aiutarvi a etichettare le vostre piante.

L’acquisto di targhette per piante senza conoscere i fattori da considerare durante la decisione d’acquisto può essere un errore costoso. Inoltre, se state acquistando le etichette per la prima volta, può essere difficile trovare le migliori perché i mercati sono pieni di numerosi tipi di etichette. Per ridurre le vostre preoccupazioni, abbiamo elencato tutti i fattori cruciali da tenere in considerazione prima di acquistare i cartellini per piante.

Quale materiale viene utilizzato per i cartellini delle piante?

Materiale utilizzato

Se volete dare un tocco di stile al vostro giardino, le targhette in acciaio sono le più adatte. Se in casa ci sono dei bambini, la scelta migliore è quella dei cartellini di plastica con bordi lisci, perché sono i più adatti ai bambini.

  Che pianta è la borragine

Come si scrive sulle etichette di plastica per piante?

Uso una matita normale sui miei pennarelli di plastica bianchi per l’orto e devo dire che dura più a lungo di altri pennarelli o strumenti di scrittura. La matita grassa e i pennarelli cinesi funzionano meglio per me. Faccio i miei cartellini con i contenitori di plastica nera in cui arrivano le piante e li contrassegno con il pennarello cinese bianco.

Come si segna il punto in cui si piantano i bulbi?

I cartellini delle piante sono sempre un’opzione, ma spesso sono considerati antiestetici. Per questo motivo, alcuni giardinieri usano dei tee da golf colorati a gambo lungo per contrassegnare le piantine di bulbi. Il colore del tee deve essere coordinato con il colore del bulbo o la punta deve essere contrassegnata con un numero che corrisponda all’elenco dei bulbi piantati. Si possono usare anche sezioni di tondini di legno.

Segnapiante fai da te resistenti alle intemperie

Vi è mai capitato di piantare qualcosa e di dimenticare cosa fosse? O forse, infilare la targhetta di plastica che accompagnava la pianta nel terreno vicino, vi ha rovinato l’estetica. Ora potete tenere tutti i vostri ortaggi, erbe e fiori chiaramente etichettati con eleganti segna piante fai da te. Tutto ciò di cui avrete bisogno sono alcuni semplici strumenti e materiali poco costosi come vernice e colla. Poi, lasciate libero l’artista che è in voi e trasformate oggetti di uso quotidiano come coperchi di barattoli e paletti di legno in divertenti e colorati segnapiante. Che siate amanti del look moderno da fattoria o che preferiate qualcosa di più rustico, uno di questi progetti si adatterà sicuramente al vostro stile.

  Quanto produce una pianta di fagiolini

Marcatori per piantine

Ma per il resto di noi umani, per i quali è molto facile dimenticare se “questa è la fila dove abbiamo piantato i semi di rosmarino… o forse è laggiù”, i segnavia sono di grande aiuto. . . o forse è laggiù” – i segnapiante sono di grande aiuto. E a dire il vero, le piantine spesso si assomigliano molto tra loro, soprattutto quando sono imparentate.

Ho raccolto alcune idee davvero divertenti e uniche per i pennarelli. Alcune aggiungono un tocco di glitter e altre sono semplicemente colorate. Ma ognuna di queste ingegnose creazioni vi aiuterà a tenere traccia di tutte le piante che vi prendete il tempo di curare e coltivare.

Assicuratevi di usare pennarelli indelebili quando li realizzate! Alla fine della stagione, sarebbe meglio rimuoverli dal giardino, se possibile. A seconda del clima, i pennarelli inizieranno a subire le intemperie.

Questi pennarelli da giardino sono così divertenti e unici. Prendete dell’argenteria a buon mercato, un kit di timbri in metallo e create un modo fantastico per identificare tutti gli alimenti che coltivate nell’orto. Bon Appetit! da Creative Green Living

Marcatori di piante alte

su IntroduzioneReplyUpvoteQuesti sono fantastici. Li uso da anni e anni. Recupero sempre le tende rotte dalle persone, quindi è un ottimo modo per riciclare. Ho sempre usato uno Sharpie nero, e sì, di solito si sbiadisce entro la fine dell’estate sulla parte superiore, MA quello che faccio è anche sul fondo del marcatore della pianta, e non si sbiadisce mai. Ho dei segnapiante che sono stati nel terreno per diversi anni e quando li tiro fuori, la scritta è ancora lì. A volte la scrivo di nuovo sopra, dove si è sbiadita, ma la maggior parte delle volte non mi interessa. Finché posso tirarlo fuori e ricordarmi di cosa si tratta, sono a posto!

  Piante per aiuole pieno sole

su IntroduzioneRispondiVotaAnche io lo faccio da anni.    Controllate la spazzatura dei vostri vicini per trovare una scorta di tende rotte.    Conservate il cavo per legare.    Trovo che lasciare i paletti per tutto l’inverno mi faccia capire che qualcosa dovrebbe arrivare lì.    Sì, le matite grasse sono le migliori, anche se una volta ho trovato un pennarello speciale che era davvero permanente, solo se riuscissi a ricordarmi qual è!    Aveva una custodia gommata pesante che era ottima per l’uso con le mani bagnate o sporche di fango.    I miei nipoti hanno fatto alcune delle scritte per me, ed è davvero speciale vedere la loro calligrafia e la loro ortografia!      Taglio solo la punta con una diagonale – meno tagli, un lato è tagliato a sinistra, uno a destra, senza pezzi che volano dappertutto.0danqtoo

Sonia Ricci

Sonia Ricci è una studentessa di biologia e blogger che scrive della sua prospettiva unica sulla scienza. Il suo blog tratta argomenti che vanno dalle ultime ricerche sull'impatto del cambiamento climatico alle opinioni sulle implicazioni etiche delle nuove tecnologie genetiche. Sonia è appassionata nel rendere la scienza accessibile a tutti e crede che tutti possano trovare qualcosa di interessante nella biologia se si prendono il tempo di cercarlo: seguite il suo blog per aggiornamenti regolari!