Annaffiare le piante a goccia

Annaffiare le piante a goccia

Bottiglia d’acqua a goccia per piante

Questo articolo è stato scritto da Scott Johnson. Scott Johnson è il proprietario e il principale consulente di progettazione di Concrete Creations, Inc. un’azienda pluripremiata che si occupa di progettazione paesaggistica nell’area metropolitana di San Diego, in California. Ha oltre 30 anni di esperienza nel settore della costruzione di piscine e paesaggi ed è specializzato in progetti di costruzione di ambienti esterni di grandi dimensioni. Il suo lavoro è stato pubblicato sulla rivista San Diego Home & Garden e sul programma televisivo Pool Kings. Ha conseguito una laurea in Gestione delle Costruzioni con specializzazione in Architettura e progettazione CAD presso la Northern Arizona University.

Alcune piante richiedono un’irrigazione frequente che non tutti hanno il tempo di fare. Se avete molte piante assetate e poco tempo per annaffiarle, potreste installare un sistema di irrigazione a goccia. Acquistare quelli già pronti in negozio può diventare costoso, ma fortunatamente è abbastanza economico e facile realizzarne uno in casa utilizzando bottiglie di plastica. E soprattutto, aiutate l’ambiente riciclando le bottiglie di plastica.

Il sistema a goccia fa bene alle piante?

I vantaggi dell’irrigazione a goccia

Quando le piante crescono, possono bloccare l’accesso all’acqua alle piante più piccole. Inoltre, quando l’acqua cade sulle piante, gran parte di essa evapora e solo il 30% raggiunge le radici. L’irrigazione a goccia è molto più efficiente: il 90% dell’acqua raggiunge la pianta.

Con quale frequenza devo eseguire l’irrigazione a goccia?

Si consiglia di utilizzare sistemi di irrigazione a goccia: Due volte a settimana in primavera e in autunno. Ogni due giorni in estate. Una volta alla settimana o ogni due settimane in inverno.

Come posso innaffiare le mie piante mentre sono in vacanza per un mese?

Beh, più o meno. Riempite il lavandino o la vasca da bagno con qualche centimetro d’acqua e metteteci dentro un asciugamano per proteggerlo dai graffi. Appoggiate le piante in vaso nel lavandino e lasciatele lì mentre siete via. Il terreno attirerà l’acqua fino alle radici, mantenendo la pianta idratata fino a una settimana.

  Il mio cane ha mangiato il concime per piante

Gocciolatori d’acqua per piante

Questa soluzione economica richiede solo una bottiglia di plastica per ogni pianta d’appartamento. Per gli alberi in vaso, si consiglia di usare una doppia bottiglia per assicurarsi che l’acqua venga erogata in modo uniforme.  Suggerimenti:  Prima di inserire la bottiglia di plastica, assicuratevi che ogni fioriera sia satura d’acqua. In caso contrario, la bottiglia si svuoterà rapidamente.  Se il flusso dell’acqua è bloccato dalla sporcizia compattata, incollare un piccolo pezzo di rete all’apertura della bottiglia per evitare intasamenti.Perché ci piace:  Facile e rapida soluzioneDurata del viaggio: 3 giorniTempo di allestimento: 5 minuti per piantaSe non vi piace l’aspetto delle bottiglie d’acqua rovesciate, ecco un’alternativa elegante: i globi acquatici.

Un’idea molto bella che utilizza spaghi di cotone o di nylon. Ma ho imparato che se avete solo un cordoncino sottile, intrecciatelo in modo che trattenga meglio l’acqua. Ho anche imparato che se si usa uno spago che non assorbe il 100% dell’acqua, non funzionerà.

Perfetto per gli esperti di bricolage che amano lavorare con l’elettronica, questo sistema a bassa tecnologia utilizza dei sensori per rilevare quando il terreno è asciutto. Dovrete solo ricordarvi di annaffiare la macchina ogni tanto.  Perché ci piace:  È una soluzione pulita e nerd per gli amanti delle piante pigre.  Durata del viaggio: fino a 7+ giorni Tempo di installazione:  Una volta costruita, 2 minuti

Gocciolamento dell’acqua

Questo può essere dovuto a molte ragioni. Un vaso pieno di terra fino all’orlo, un terreno molto secco o sabbioso che non assorbe rapidamente l’acqua, un fogliame che fuoriesce dai lati e incanala l’acqua, radici fitte che impediscono all’acqua di percolare verso il basso o semplicemente un vaso difficile o scomodo da raggiungere con l’annaffiatoio.

  Pianta rampicante con fiore viola

Naturalmente ci sono dei modi per ovviare a questo problema. Si può bagnare il fondo, cambiare il terriccio, piantare in un vaso più grande, spostare la pianta in un luogo più facile da innaffiare, eccetera, ma sono tutte soluzioni scomode in un modo o nell’altro (specialmente per un piantatore pigro come me).

Agganciate la vostra gruccia e fate un’asola per la bottiglia a un’estremità. Poi piegate la gruccia all’estremità del cappio per ottenere un pezzo dritto di diversi centimetri più lungo della bottiglia stessa. Quando siete pronti a far gocciolare l’acqua, spingete l’estremità lunga della gruccia nel vaso, capovolgete la bottiglia d’acqua piena e fatela scivolare nell’occhiello. Viola! Un supporto per il sistema di sgocciolamento a libera installazione.

Se tutto funziona correttamente, vedrete le bolle d’aria salire lentamente nella bottiglia da un foro mentre l’altro rilascia l’acqua nel terreno goccia a goccia. Non preoccupatevi se la bottiglia attira un po’ di terra al suo interno. Finché non ostruisce il foro, va bene.

Sistema di irrigazione a goccia lenta per vasi

Un sistema di irrigazione automatica per le piante da esterno semplifica la vita e fa risparmiare tempo. È anche molto facile da installare e non richiede molto tempo (ne vale la pena ogni secondo!). Seguite queste semplici istruzioni passo passo per installare un sistema di irrigazione a goccia fai da te per le piante in vaso.

L’anno scorso mio marito ha messo lì alcuni vasi di peperoni, ma innaffiare a mano tutti quei vasi è diventato un grosso lavoro nel caldo dell’estate. L’anno scorso abbiamo avuto un periodo di siccità, quindi abbiamo dovuto innaffiare manualmente i vasi un paio di volte al giorno. Non è divertente!

  Pianta che simboleggia la rinascita

Pensate a un sistema di irrigazione a goccia come a un sistema di irrigazione automatica per vasi e contenitori. Si aggancia direttamente al tubo o al rubinetto del giardino e quando si accende, tutti i vasi vengono innaffiati contemporaneamente.

Potete attivare l’acqua manualmente o impostarla su un timer automatico per creare un sistema di auto-irrigazione per le piante in vaso (credetemi, un timer vale assolutamente la pena e non è molto costoso comprarlo).

L’installazione di un sistema di irrigazione a goccia per le piante in vaso ha molti vantaggi per voi e per le vostre piante. Il vantaggio principale è la praticità e, lasciatemelo dire, un sistema di irrigazione a goccia automatico rende il giardinaggio in contenitore MOLTO più facile!

Sonia Ricci

Sonia Ricci è una studentessa di biologia e blogger che scrive della sua prospettiva unica sulla scienza. Il suo blog tratta argomenti che vanno dalle ultime ricerche sull'impatto del cambiamento climatico alle opinioni sulle implicazioni etiche delle nuove tecnologie genetiche. Sonia è appassionata nel rendere la scienza accessibile a tutti e crede che tutti possano trovare qualcosa di interessante nella biologia se si prendono il tempo di cercarlo: seguite il suo blog per aggiornamenti regolari!