A che ora bagnare le piante

A che ora bagnare le piante

Quante volte innaffiare le piante

Quello che potrebbe non essere sulla lista è l’annaffiatura degli alberi. Per fortuna, questo compito offre un momento di solitudine e di zen nelle vostre mattine piene di impegni. Quanto è pacifico stare sotto i vostri alberi svettanti, ascoltare l’acqua che cade e vedere splendere il sole del mattino? Trascorrere del tempo tra gli alberi riduce persino i livelli di stress.

Quindi, ecco a voi! Programmate di innaffiare i vostri alberi al mattino, soprattutto nelle calde giornate estive. Se non potete assolutamente innaffiare al mattino, il momento migliore è il tardo pomeriggio, prima del tramonto.

Una volta che il terreno è gelato, non è necessario annaffiare il sempreverde, ma se vivete in un clima più caldo dove il terreno non gela, dovreste annaffiare il sempreverde in inverno tutte le volte che ne ha bisogno. Una corretta irrigazione può anche aiutare a prevenire le bruciature invernali dei sempreverdi.

Qual è il momento migliore per innaffiare le piante nella stagione calda?

Un’annaffiatura regolare è essenziale per le aiuole estive, gli ortaggi, i vasi e i cesti appesi, nonché per gli alberi, gli arbusti e le piante erbacee appena piantati. In questo progetto pratico vi spieghiamo come innaffiare le piante in modo efficiente per ridurre la dipendenza dall’acqua di rete e contribuire alla conservazione di questa preziosa risorsa.

  Fertilizzante piante acquario fai da te

È possibile installare sistemi di irrigazione a microgoccia per distribuire l’acqua direttamente dove le piante possono utilizzarla. Applicata lentamente, l’acqua raggiunge gradualmente le radici, anziché scorrere o evaporare. In questo modo si risparmia tempo e si riduce la quantità di acqua sprecata.

Conservate la maggior quantità di pioggia possibile nei secchi d’acqua raccolti dal tetto della casa, del garage, del capannone e della serra. L’acqua piovana è più calda e quindi meno dannosa per le radici delle piante rispetto all’acqua di rete.

Utilizzare il contenuto della vasca da bagno per innaffiare le piante è un modo efficace per risparmiare l’acqua della rete idrica, soprattutto quando il tempo è secco. Catherine Mansley, della rivista BBC Gardeners’ World, spiega come utilizzare l’acqua della vasca da bagno in giardino, nel nostro video di consigli rapidi:

Il momento migliore per innaffiare le piante è il pomeriggio

Risposta:  La mattina presto (dalle 5:00 alle 9:00) è il momento migliore per innaffiare il giardino quando si usa un irrigatore, un tubo da giardino o qualsiasi altro dispositivo che bagni il fogliame delle piante.    Al termine dell’irrigazione, il fogliame delle piante si asciuga rapidamente.    La rapida essiccazione del fogliame delle piante aiuta a prevenire lo sviluppo di malattie fungine.    Inoltre, l’irrigazione mattutina consente all’acqua di penetrare in profondità nel terreno, con poca acqua persa per evaporazione.

  Il pus di quale pianta guarisce l acne harry potter

L’irrigazione a mezzogiorno è meno efficiente a causa della rapida evaporazione.    Se si utilizza un irrigatore, l’irrigazione a mezzogiorno può anche essere dispendiosa, poiché il forte vento può trasportare l’acqua sul vialetto, sul patio o su altre aree vicine.

Il momento migliore per annaffiare le piante è la sera

Questo articolo è stato scritto da Andrew Carberry, MPH. Andrew Carberry lavora nei sistemi alimentari dal 2008. Ha conseguito un master in nutrizione e pianificazione e amministrazione della salute pubblica presso l’Università del Tennessee-Knoxville.

Il momento migliore per annaffiare un giardino è la mattina, perché così le piante hanno il tempo di asciugarsi prima del tramonto. Lasciare l’acqua sulle piante durante la notte può portare alla formazione di muffe. Innaffiare il giardino al momento giusto e con il metodo giusto manterrà le piante in salute.

Questo articolo è stato scritto da Andrew Carberry, MPH. Andrew Carberry lavora nei sistemi alimentari dal 2008. Ha conseguito un master in nutrizione e pianificazione e amministrazione della salute pubblica presso l’Università del Tennessee-Knoxville. Questo articolo è stato visualizzato 234.122 volte.

Sintesi dell’articoloPer scegliere il momento migliore per innaffiare il giardino, cercate di innaffiare al mattino quando il sole non è troppo caldo, in modo che l’acqua possa impregnarsi nel terreno senza evaporare prima. Se non potete farlo al mattino, cercate di annaffiare dopo le 16.00, in modo che il sole non bruci le foglie della pianta se si bagnano. Innaffiate il giardino di notte solo come ultima risorsa, perché se l’acqua rimane troppo a lungo sulle foglie o sugli steli, muffe e funghi potrebbero crescere e danneggiare le piante. Per i consigli del nostro recensore di giardinaggio su come capire se state innaffiando troppo le vostre piante, continuate a leggere!

  Pianta che fa venire le bolle

Sonia Ricci

Sonia Ricci è una studentessa di biologia e blogger che scrive della sua prospettiva unica sulla scienza. Il suo blog tratta argomenti che vanno dalle ultime ricerche sull'impatto del cambiamento climatico alle opinioni sulle implicazioni etiche delle nuove tecnologie genetiche. Sonia è appassionata nel rendere la scienza accessibile a tutti e crede che tutti possano trovare qualcosa di interessante nella biologia se si prendono il tempo di cercarlo: seguite il suo blog per aggiornamenti regolari!