Verdure da piantare in inverno

Verdure da piantare in inverno

Ortaggi invernali da piantare a settembre

L’inizio del freddo non significa necessariamente la fine della coltivazione degli ortaggi. L’autunno è un ottimo periodo dell’anno per seminare i semi di ortaggi ed erbe che amano le condizioni più fresche. Questi saranno pronti per essere raccolti durante l’inverno e la primavera, fornendo prodotti e ingredienti freschi per la vostra casa.

Con l’arrivo dei mesi più freddi, sia i giardinieri dilettanti che quelli professionisti devono affrontare una serie di difficoltà molto specifiche. Le giornate più fredde, le notti gelide e la riduzione della luce diurna rendono più difficile la coltivazione degli ortaggi. Ecco alcune considerazioni fondamentali per far crescere felicemente gli ortaggi autunnali e invernali:

L’inverno è anche la stagione in cui piantare i bulbi dei prodotti estivi come patate, asparagi, bacche, scalogni, fragole e rabarbaro. Piantando questi ortaggi in inverno, sarete ricompensati con i vostri deliziosi prodotti durante l’estate, come i lamponi?

Avviare le piante per tempo, prima dell’arrivo del freddo, può contribuire ad aumentare la loro robustezza per far fronte alle temperature estreme. Tuttavia, fate attenzione ai parassiti della stagione calda, come bruchi e lumache. Potete iniziare a piantare quando il clima autunnale diventa fresco ma non freddo, in genere tra marzo e aprile.

Cosa piantare in inverno

La bietola (della famiglia delle barbabietole) è un’ottima pianta da compagnia per i membri della famiglia dei cavoli, tra cui il cavolo rapa e il cavolo riccio viola. Le piante danno vita a un bellissimo impianto commestibile con colori e consistenze fogliari contrastanti. Altre buone compagne della famiglia del cavolo: lattuga, carote, rosmarino, origano, calendula, nasturzio. Non piantate con fagioli, pomodori, peperoni o fragole.

  Si possono piantare le patate a settembre

Non appendete la cazzuola al chiodo solo perché sta per arrivare il gelo. In gran parte del Paese è possibile affrontare la coltivazione di ortaggi invernali e aspettarsi un buon raccolto. Molti ortaggi prosperano alle temperature più fresche dell’autunno e, dove gli inverni sono miti, questi stessi ortaggi attraversano l’inverno con un sacco di sapori freschi per la vostra tavola. Imparare quali ortaggi invernali coltivare e quando piantarli è il segreto per avviare un orto invernale.

La coltivazione di ortaggi invernali offre alcuni vantaggi rispetto agli orti delle stagioni calde. Innanzitutto, poiché le temperature sono più basse, il fabbisogno idrico è solitamente ridotto. Per sfruttare al meglio l’acqua che si deve fornire, si possono utilizzare tubi ad immersione e irrigazione a goccia. I parassiti sono in genere meno problematici durante la stagione fredda. Tenete d’occhio lumache e afidi nelle regioni miti, ma nelle zone in cui le gelate si verificano con regolarità, non dovreste avere grossi problemi di parassiti. Determinare quando piantare gli ortaggi invernali può essere un po’ complicato. Trovate ottime risorse presso gli uffici di divulgazione locali. In generale, nelle zone da 7 a 10 si pianta in ottobre. Il momento esatto varia a seconda degli ortaggi invernali da coltivare e della data dell’ultima gelata nella vostra regione. Una volta che si sa quali ortaggi invernali coltivare, la scelta di quelli da provare dipende da ciò che la vostra famiglia ama mangiare. Per zuppe e stufati sostanziosi, includete cavolo, porri, radicchio, erbe invernali e una selezione di ortaggi a radice invernali. Le insalate richiedono verdure invernali e i soffritti accolgono verdure asiatiche, erbe invernali, ortaggi a radice invernali e cavolo cinese.

  Piante di ulivo da piantare

Frutti che crescono in inverno

Come tutte le piante, le patate hanno bisogno di sole per crescere. Trovate un posto soleggiato nel vostro orto con un terreno ben drenato e delimitate una sezione in cui pensate di piantarle. Se avete molti ortaggi da piantare in inverno, vi suggeriamo di dividere l’orto in piccoli quadrati o rettangoli, in modo che ogni tipo di ortaggio abbia un segmento. È possibile coltivare le patate anche in sacchi o vasi: informatevi sulla nostra gamma.

Come gli altri nostri ortaggi preferiti da piantare in inverno, le carote hanno bisogno di molta luce solare diretta per crescere bene. Inoltre, necessitano di un terreno leggero e sabbioso a tessitura fine per favorire l’aerazione. Una volta scelto un buon posto per le carote nell’orto, delimitate la sezione. In alternativa, scegliete un contenitore in cui coltivare le carote.

I piselli hanno bisogno di pieno sole per almeno sei ore al giorno e di un terreno molto ben drenato. Le piante di piselli tendono a marcire quando sono troppo umide, quindi scegliete con cura il luogo in cui coltivarle. Una volta trovata un’area adatta per loro nell’orto, delimitatela, tenendo presente che gli arbusti di piselli crescono verso l’alto, non verso l’esterno.

Ortaggi invernali da coltivare in casa

Ormai molti orti offrono un’abbondanza di frutta e verdura da raccogliere, conservare e gustare. Seminare altri semi è spesso l’ultima cosa a cui un giardiniere pensa. Ma da luglio a settembre è un ottimo periodo per piantare colture che vi accompagneranno durante l’inverno.

Mentre molte colture non cresceranno durante le temperature più rigide dell’inverno (dite addio a meloni, pomodori, zucche e peperoni, per esempio), molti ortaggi tollerano e addirittura prosperano alle temperature più fresche dell’autunno e dell’inverno.

  Alberi di natale da piantare

Un buon parametro da ricordare è che se le temperature invernali scendono abitualmente sotto i 25 F (- 4 C), è necessario proteggere le piante. Ma prima di ciò, c’è ancora tempo per piantare colture che possano aiutarvi a superare l’inverno.

Queste colture tardive raggiungono la maturità prima del freddo, ma si conservano bene nell’orto e possono essere raccolte quando il resto delle colture si è esaurito da tempo. Di solito non crescono molto durante queste temperature più rigide, ma si mantengono in buone condizioni per essere consumati freschi. Ciò significa che è necessario coltivare abbastanza da poter raccogliere senza ricrescita. Esempi di piante comunemente coltivate in questa categoria sono gli ortaggi a radice, le lattughe invernali, le verdure asiatiche, il prezzemolo, i piselli, il cavolo e gli spinaci.

Sonia Ricci

Sonia Ricci è una studentessa di biologia e blogger che scrive della sua prospettiva unica sulla scienza. Il suo blog tratta argomenti che vanno dalle ultime ricerche sull'impatto del cambiamento climatico alle opinioni sulle implicazioni etiche delle nuove tecnologie genetiche. Sonia è appassionata nel rendere la scienza accessibile a tutti e crede che tutti possano trovare qualcosa di interessante nella biologia se si prendono il tempo di cercarlo: seguite il suo blog per aggiornamenti regolari!