Si può piantare laglio ad aprile

Si può piantare laglio ad aprile

Si può coltivare l’aglio in un contenitore

L’aglio è facile da coltivare in giardino: richiede poca manutenzione e poco spazio. Cresce volentieri anche in un contenitore o in un vaso da giardino, se è quello che avete a disposizione. Scoprite come coltivare l’aglio e quando è il momento migliore per la raccolta leggendo la nostra guida qui sotto

Per ottenere un raccolto ottimale di bulbi d’aglio grassi e succosi, è consigliabile acquistare i set di aglio da un centro di giardinaggio o da uno specialista di piante online, piuttosto che da un supermercato. Molte varietà possono essere piantate all’aperto in primavera o in autunno. Per un tocco interessante, provate a coltivarlo come un’erba aromatica su un davanzale soleggiato per le sue foglie delicatamente aromatizzate.

Gli spicchi d’aglio si piantano meglio tra novembre e aprile, anche se in genere si ottiene un raccolto migliore e più abbondante se si pianta in autunno. Infatti, molti giardinieri giurano di piantare prima di Natale per ottenere i migliori risultati.

I bulbi di aglio sono venduti in base alla loro idoneità per la semina primaverile o autunnale, quindi controllate prima di piantare. La coltivazione dell’aglio da seme non è attualmente possibile per i giardinieri domestici perché è difficile produrre semi vitali.

Mettete l’aglio in freezer prima di piantarlo

L’aglio è una coltura a crescita lenta e piantarlo in autunno gli permette di avere molto più tempo per maturare. In una situazione ideale, l’aglio dovrebbe essere piantato abbastanza presto in autunno, in modo che abbia il tempo di sviluppare un apparato radicale e iniziare a formare un germoglio, ma non così presto che il germoglio emerga sopra il terreno. Se cresce troppo velocemente in autunno, è più soggetto a danni da gelo.

  Piante di ulivo da piantare

Il momento giusto per la semina è in genere entro due settimane dalla prima gelata.  Dopo la semina, possiamo prevenire i danni del freddo mettendo l’aglio appena piantato in una calda coperta di paglia.  Quando arriva la primavera, l’aglio inizia a emergere dal terreno in marzo o aprile, dando così un vantaggio alla stagione di crescita estiva.

Sebbene quest’anno sia stato più caldo della media e in molte zone dello Stato non si siano ancora verificate gelate, è bene attenersi al regolare programma di semina. Se si aspetta troppo a piantare, le radici non avranno il tempo di svilupparsi prima dell’inverno. Potete controllare la data media del primo gelo qui.

Per il Minnesota settentrionale, il momento ideale per piantare l’aglio è la fine di settembre, mentre per il Minnesota meridionale è proprio adesso. Se vi trovate nel Minnesota settentrionale, potete comunque piantare l’aglio, ma assicuratevi di ricoprirlo con uno spesso strato di paglia per isolarlo.

Si può coltivare l’aglio da uno spicchio

Siamo lieti che questa primavera siano disponibili offerte di aglio da piantare in primavera. Se non siete riusciti a piantare l’aglio in autunno, o se volete un aglio che si conservi più a lungo durante l’inverno fino alla prossima primavera, o magari volete piantare l’aglio per avere un aglio verde primaverile che possa essere raccolto per tutta l’estate e che abbia un sapore delicato e croccante, abbiamo a disposizione l’aglio primaverile. Abbiamo coltivato i nostri bulbi sulla costa occidentale con un raccolto più tardivo e poi li abbiamo stratificati a freddo, per garantirvi un raccolto d’aglio di successo.

  Periodo per piantare un pino

Per ottenere un raccolto d’aglio di maggior successo, vi consigliamo di trattare organicamente i vostri semi d’aglio.    Un’immersione di concimazione consente un più rapido sviluppo delle radici, fornisce sostanze nutritive allo spicchio e crea una pianta più sana che cresce in bulbi più grandi.      La fase di sterilizzazione riduce inoltre gli agenti patogeni che l’aglio porta naturalmente con sé. Migliaia di coltivatori di aglio utilizzano fedelmente questo metodo da generazioni per ottenere un raccolto migliore, ma è del tutto facoltativo.

2. Sterilizzare gli spicchi: Immergere gli spicchi d’aglio per 10-20 minuti in uno sterilizzatore come la vodka, l’alcol isopropilico al 70%, il perossido di idrogeno o un altro sterilizzatore.    In questo modo si riducono i microrganismi buoni e cattivi normalmente presenti nell’aglio. Se necessario, è possibile riutilizzare lo sterilizzatore per il lotto successivo di aglio fino a quando lo sterilizzatore non sembra troppo diluito. A quel punto, svuotare!

Si può piantare l’aglio in marzo

Crescita dell’aglio verde in primavera. | L’aglio autunnale viene solitamente piantato prima dell’ultima data di gelo e raccolto nella tarda estate successiva. Durante l’inverno, l’aglio subisce un processo chiamato vernalizzazione, in base al quale le temperature fredde stressano il seme e lo dividono in spicchi separati. L’aumento della durata del giorno, dovuto alla primavera, innesca il bulbo dell’aglio. Più tempo l’aglio ha a disposizione per crescere prima di formare i bulbi, più grandi saranno le teste.

  Si possono piantare le patate a settembre

“L’aglio è una coltura di lunga stagione”, spiega David Fuller, esperto di agricoltura e prodotti forestali non legnosi presso la University of Maine Cooperative Extension. “Se lo piantate in primavera, quello spicchio formerà solo un grande bulbo singolo senza spicchi, chiamato tondo. Il bulbo sarà più piccolo rispetto a quello piantato in autunno”.

È possibile piantare l’aglio in aprile con le altre colture primaverili e raccoglierlo alla fine di luglio o agosto, quando le foglie inferiori iniziano a seccare (Fuller dice di fare attenzione a tre foglie secche alla base di una pianta sana, che corrispondono all’involucro sviluppato intorno al bulbo), ma Fuller dice: “È un modo inferiore di piantare l’aglio”.

Sonia Ricci

Sonia Ricci è una studentessa di biologia e blogger che scrive della sua prospettiva unica sulla scienza. Il suo blog tratta argomenti che vanno dalle ultime ricerche sull'impatto del cambiamento climatico alle opinioni sulle implicazioni etiche delle nuove tecnologie genetiche. Sonia è appassionata nel rendere la scienza accessibile a tutti e crede che tutti possano trovare qualcosa di interessante nella biologia se si prendono il tempo di cercarlo: seguite il suo blog per aggiornamenti regolari!