Semi di rosmarino da piantare

Semi di rosmarino da piantare

Come coltivare il rosmarino da seme in casa

Molte erbe aromatiche possono crescere in casa nelle giuste condizioni. Il rosmarino fa parte di questo gruppo. Il modo più semplice per farlo è acquistare le piantine esistenti e rinvasarle in casa, lasciando loro lo spazio per crescere. Per questo motivo, molte persone non sanno come coltivare il rosmarino da seme, almeno in casa e in modo da far crescere la pianta. Alcune delle domande più importanti da tenere a mente quando si coltiva il rosmarino da seme sono: Che tipo di terreno ama il rosmarino? Come devo prendermi cura del rosmarino in casa? Rispondendo a queste domande, vi aiuteremo a coltivare piante di rosmarino di successo.

Quando si coltiva il rosmarino da seme, è importante ricordare che i semi possono impiegare un po’ di tempo per germogliare. Quindi, non siate troppo delusi se non crescono grandi e forti entro una settimana. La coltivazione di qualsiasi erba da seme è un processo più lento rispetto a quello di una pianta già esistente, ma alla fine si rivelerà molto gratificante.

Per iniziare a coltivare i semi, piantateli in un terriccio ben drenante (come una miscela leggera per vasi) e poi ricopriteli con un po’ di terra in più, in modo che ci sia un buon strato sotto il quale possano riscaldarsi e radicare. Dovrete annaffiare leggermente, facendo attenzione all’acqua che drena dal fondo per evitare che la terra si inzuppi troppo. Una volta preparati i semi, copriteli leggermente con pellicola di plastica (o se avete un kit di semina, potreste avere dei rivestimenti di plastica per i semi) finché non vedrete spuntare le piante di rosmarino.

  Piantare pianta grassa senza radici

Posso coltivare il rosmarino a partire dai semi?

La coltivazione del rosmarino da seme può essere una buona soluzione se si ha pazienza e si vogliono molte piante, magari per rivestire un sentiero. Tuttavia, la germinazione richiede un po’ di tempo e ha una bassa percentuale di successo, quindi seminate un numero di semi quattro volte superiore a quello delle piante che desiderate. Iniziate a seminare in casa, almeno tre mesi prima dell’inizio della stagione di crescita.

Quando piantare i semi di rosmarino?

Seminare in casa dalla fine dell’inverno all’inizio della primavera. Trapiantate o seminate direttamente a partire dalla tarda primavera, quando il terreno si è riscaldato. La semina al chiuso è più affidabile. Utilizzare il riscaldamento di fondo per mantenere una temperatura ottimale del terreno di 27-32°C (80-90°F).

Semi di rosmarino vicino a me

Melanie GriffithCome redattrice di Period Living, la rivista di case d’epoca più venduta in Gran Bretagna, Melanie ama il fascino delle proprietà antiche. Vivendo in un villaggio rurale appena fuori dalle Cotswolds, in Inghilterra, ho la fortuna di essere circondata da case e campagne bellissime, che mi piace esplorare. Avendo lavorato nel settore per quasi due decenni, Melanie è interessata a tutti gli aspetti di case e giardini. In passato ha lavorato per Real Homes e Homebuilding & Renovating e ha collaborato con Gardening Etc. È laureata in inglese e ha studiato anche interior design. Melanie scrive spesso per Homes & Gardens di restauro di immobili e giardinaggio.

Semi di rosmarino in vendita

“Volete fare amicizia con i vostri vicini? Coltivate il rosmarino nel vostro giardino”, ci ha detto una nostra cliente, Melanie. “Avevo un paio di bellissimi cespugli di rosmarino lungo il marciapiede e almeno una volta alla settimana, nel cuore della notte, qualcuno si avvicinava di soppiatto con delle forbici, ne tagliava uno o due rametti e poi si dileguava nell’ombra”. All’epoca viveva a Portland, nell’Oregon, e secondo lei anche molti arbusti di rosmarino. Ma lei era l’unica nel suo isolato a coltivarlo a portata di mano dei passanti.

  I semi del melone si possono piantare

“Alla fine misi un cartello nel mio giardino che invitava gli abitanti della mia strada a raccoglierlo secondo le necessità, e subito dopo mi ritrovai con pagnotte di olive al rosmarino sul portico, con le note di un vicino che non incontravo da più di dieci anni”.

Il rosmarino officinale è, ovviamente, molto più di un’esca per Boo Radley. È una pianta essenziale per qualsiasi giardino di erbe aromatiche e le piante di rosmarino sono un ottimo modo per gli hobbisti o i coltivatori di erbe aromatiche di guadagnare un po’ di soldi.

Ros maris in latino significa “rugiada del mare” e, essendo una pianta originaria delle coste mediterranee, quando è in fiore un paesaggio ricoperto da Rosmarinus officinalis sembra davvero un oceano verde intenso punteggiato da goccioline blu pallido.

Il rosmarino è difficile da coltivare da seme

Il rosmarino è una pianta perenne sempreverde con fiori blu. È una pianta simile a un arbusto che ha foglie verdi molto profumate e “aghiformi”.    Le piante possono facilmente raggiungere i 5-6 piedi di altezza all’aperto, se sono resistenti, e anche quando vengono piantate in contenitori, diventano alte 1-3 piedi.    Il rosmarino può essere apprezzato con il pollame, l’agnello, negli stufati e nelle zuppe.

  Periodo per piantare un pino

Quando piantareI semi di rosmarino possono impiegare un po’ di tempo per germogliare, quindi iniziate molto presto, circa tre mesi prima dell’arrivo del caldo nella vostra zona.    Non aspettatevi un’alta percentuale di germinazione di tutti i semi di rosmarino che piantate, perché il rosmarino ha naturalmente un tasso di germinazione molto più basso rispetto, ad esempio, al basilico.

Assicuratevi che i semi di rosmarino appena piantati siano coltivati in casa o che abbiano un riparo, come una cloche o una copertura per file.     Quando sono alti circa 15 cm, possono essere trapiantati nella loro dimora definitiva.    Cercate di non disturbarle trapiantandole di nuovo finché non sono mature.     Divertitevi con le vostre piante di rosmarino e provate ad aggiungere più piante piccole a un vaso grande per creare un rosmarino topiario. Potete anche formare dei cerchi o altre forme.

Sonia Ricci

Sonia Ricci è una studentessa di biologia e blogger che scrive della sua prospettiva unica sulla scienza. Il suo blog tratta argomenti che vanno dalle ultime ricerche sull'impatto del cambiamento climatico alle opinioni sulle implicazioni etiche delle nuove tecnologie genetiche. Sonia è appassionata nel rendere la scienza accessibile a tutti e crede che tutti possano trovare qualcosa di interessante nella biologia se si prendono il tempo di cercarlo: seguite il suo blog per aggiornamenti regolari!