Periodo per piantare i carciofi

Periodo per piantare i carciofi

Pianta di carciofo adulta

La coltivazione dei carciofi da seme richiede un po’ di lavoro e molta pazienza, ma ne vale la pena. La coltivazione commerciale è limitata alle aree calde della zona 7 e oltre. I carciofi hanno bisogno di un buon terreno, di annaffiature e nutrimenti regolari e di protezione dal gelo in inverno. Prima del gelo, tagliare a 15 cm di altezza e pacciamare con terra, paglia o foglie per evitare che le radici si congelino. Scoprire in aprile. Le propaggini di queste piante dovrebbero essere messe a dimora in primavera, in modo da poter sostituire le piante più vecchie dopo qualche anno.  Seguite questa pratica guida su come coltivare i carciofi da seme e coltivate il cibo.

Avviamento Seminare due semi per vaso, a 5 mm di profondità. Tenere umido in un luogo caldo finché i semi non germinano in 10-21 giorni. Trapiantate le piantine nell’orto 2 settimane dopo l’ultima data media di gelo della vostra zona. Il carciofo ha bisogno di un periodo fresco (250 ore – circa 10-11 giorni) al di sotto dei 10°C (50°F) per indurre la fioritura nel primo anno, ma non sopravvive alle gelate. Distanziare le piante di 1 m (3′) l’una dall’altra. I semi possono anche essere fatti germinare tra fogli di carta assorbente umidi.

Quando piantare i carciofi?

Quando sono coltivate come annuali, devono essere piantate in primavera. Nelle zone più calde, dove sopravvivono come piante perenni, vengono spesso piantate come semi a fine estate o come giovani piante (o trapianti) a metà autunno. In genere hanno bisogno di 85-100 giorni per raggiungere il raccolto.

  Piante da piantare in giardino

Quanto tempo impiegano i carciofi a crescere dai semi?

Ha bisogno di 4-5 settimane di vernalizzazione per produrre germogli con successo il primo anno e può essere inaffidabile per i giardinieri con clima freddo. Grazie alla selezione delle piante, oggi abbiamo varietà di carciofi annuali come “Imperial Star” e “Colorado Star” che possono essere vernalizzate con meno di 2 settimane di temperature fresche.

Quando piantare i carciofi

Il carciofo è un ortaggio di famiglia coltivato per i suoi teneri boccioli di fiori commestibili. Con le loro grandi foglie verde-argento e gli steli spessi sormontati da boccioli di fiori simili a pigne, le piante di carciofo aggiungono un forte elemento architettonico agli orti. Thomas Jefferson avrebbe coltivato carciofi a Monticello, la sua casa in Virginia, già nel 1767. Oggi la maggior parte della produzione commerciale di carciofi avviene lungo le zone costiere della California centrale, dove il clima si adatta perfettamente. Ecco alcune cose da sapere sulla coltivazione dei carciofi. Le piante di carciofo prosperano al meglio dove prevalgono inverni miti ed estati fresche e nebbiose. In queste condizioni di coltivazione sono piante perenni, che producono raccolti fino a 5 anni. Dove gli inverni offrono solo poche notti di gelo, le piante possono svernare se potate e pacciamate (zone 8 e 9). Nelle regioni più fredde, i carciofi devono essere trattati come piante annuali piantate in primavera. Nelle zone umide, subtropicali e prive di gelo delle zone 10 e 11 è meglio piantarli in autunno.

Quanti carciofi per pianta

Usi e mercati: Culinario (ad esempio, i boccioli immaturi dei fiori vengono utilizzati come verdura cotta con intingoli o in zuppe e stufati; particolarmente importante nella cucina italiana e in altre cucine mediterranee); Ornamentale; Fiore reciso

  Ortaggi da piantare a giugno

Nelle zone più calde dell’Ontario è possibile svernare le piante di carciofo con una protezione invernale, ma ciò potrebbe non essere conveniente dal punto di vista commerciale. Il carciofo necessita di un periodo di vernalizzazione (freddo) quando viene trapiantato giovane per sviluppare i boccioli dei fiori. La durata della vernalizzazione dipende dalla cultivar, con Green Globe e Imperial Star che richiedono il periodo di vernalizzazione più breve (80% di vernalizzazione dopo 200 ore a 10°C o meno). La produzione di alcune cultivar non è possibile a livello commerciale in Ontario a causa dei lunghi requisiti di vernalizzazione. I trapianti vengono generalmente coltivati per quattro settimane in serra, posti in una cella frigorifera a 10°C per 10-14 giorni sotto luci artificiali e poi trapiantati in campo. Il trapianto diretto in campo all’inizio della primavera può portare a una vernalizzazione naturale, ma solo se le condizioni climatiche sono sufficientemente fresche durante questo periodo. Il trattamento dei trapianti o delle giovani piante in campo con acido gibberellico è stato utilizzato per aumentare lo sviluppo delle gemme e/o sostituire la vernalizzazione, ma sono necessarie ulteriori ricerche su questa tecnica in Ontario.

Fiore di carciofo

I carciofi si coltivano al meglio in ambienti umidi, con temperature estive fresche e inverni miti. Sono coltivati a livello commerciale nelle zone costiere della California settentrionale. I carciofi sono piante perenni che possono sopravvivere fino a 6 anni nelle zone a inverno mite. I giardinieri del Nord possono coltivarli come annuali, iniziando presto a coltivarli in casa e raccogliendoli in autunno.

  Piante di ulivo da piantare

Coltivato e apprezzato da secoli, il carciofo è originario del Mediterraneo. La sua popolarità è iniziata negli anni Cinquanta con un’ondata di interesse, soprattutto per il suo aspetto esotico e il suo sapore gastronomico.

Il carciofo è una pianta molto esigente e necessita di un terreno umido e ben drenato. Arricchitelo con abbondante materiale organico. Il carciofo non può sopravvivere a inverni molto rigidi, ma uno spesso strato di pacciamatura gli permetterà di superare la maggior parte degli inverni miti.

I carciofi sono talvolta attaccati da afidi o lumache. È possibile controllare questi parassiti con un semplice sapone insetticida (per gli afidi) e con le comuni trappole per lumache. In autunno, tagliate i gambi a terra per scoraggiare i parassiti.

Sonia Ricci

Sonia Ricci è una studentessa di biologia e blogger che scrive della sua prospettiva unica sulla scienza. Il suo blog tratta argomenti che vanno dalle ultime ricerche sull'impatto del cambiamento climatico alle opinioni sulle implicazioni etiche delle nuove tecnologie genetiche. Sonia è appassionata nel rendere la scienza accessibile a tutti e crede che tutti possano trovare qualcosa di interessante nella biologia se si prendono il tempo di cercarlo: seguite il suo blog per aggiornamenti regolari!