Quando innaffiare le piante grasse

Quando innaffiare le piante grasse

Di quanta acqua hanno bisogno le piante grasse

Tutti lodano le piante grasse come facili da curare, quindi è imbarazzante quando una muore. Non preoccupatevi, (probabilmente) non avete il pollice marrone. Ci sono alcune idee sbagliate su come curare bene le piante grasse. Per diventare una maestra delle succulente è sufficiente mettere a posto una cosa: l’annaffiatura.

Ecco un segreto poco conosciuto per la cura delle piante grasse: la quantità di acqua che si innaffia non è tanto importante quanto la frequenza con cui si innaffiano le piante grasse. Questo ha senso se si considera il motivo per cui le piante grasse sono così sensibili all’acqua.

Poiché la maggior parte delle succulente e dei cactus sono originari di condizioni aride e desertiche, si sono adattati per evitare la perdita d’acqua. La spessa patina cerosa sulle foglie si chiama “cuticola” e impedisce all’acqua di evaporare dalle foglie. Le succulente hanno anche una versione particolare della fotosintesi (fotosintesi CAM) in cui aprono i pori solo di notte per ridurre al minimo la perdita d’acqua.

Queste piante sono brave a trattenere l’acqua. Così brave che possono accidentalmente annegarsi. Le piante respirano principalmente attraverso le radici, che ci crediate o no. Se le radici sono bagnate, non possono respirare.

Come si fa a sapere quando una succulenta ha bisogno di acqua?

Segni di salute di una succulenta

Mentre le foglie rattrappite e raggrinzite indicano un bisogno d’acqua, le foglie molli e schiacciate che perdono il loro colore mostrano i danni causati da un eccesso d’acqua.

Con quale frequenza devo annaffiare le mie piante grasse?

Le piante grasse vanno annaffiate ogni due settimane nei mesi non invernali, quando le temperature sono superiori a 40 gradi. Durante l’inverno (quando le temperature sono inferiori a 40 gradi) è sufficiente annaffiare le succulente una volta al mese, perché in questo periodo sono dormienti. Ci sono alcune eccezioni a questa regola.

  Piante grasse resistenti al buio

Le piante grasse hanno bisogno di sole

Sappiamo tutti che le piante hanno bisogno di acqua per crescere e le piante grasse, pur avendo bisogno di meno acqua di altre piante, non fanno eccezione! Anche se l’annaffiatura è importante, sapere quando e come annaffiare le piante grasse è altrettanto importante. Seguite questa rapida guida per imparare quando e come innaffiare bene le vostre piante grasse per mantenerle felici e in salute!

In genere, è meglio innaffiare le piante grasse (e la maggior parte delle altre piante) durante il giorno, in particolare al mattino presto. Le piante usano l’acqua per favorire la fotosintesi, un processo che richiede la luce del sole, quindi annaffiare al mattino, quando il sole sorge, garantisce alle piante il necessario per la fotosintesi della giornata. Inoltre, innaffiando al mattino prima che il sole sia troppo forte, si evita che le piante si scottino a causa dei raggi solari, soprattutto se si devono spostare durante l’innaffiatura.

È possibile innaffiare le piante grasse anche di notte. A differenza delle ore diurne, le piante grasse potrebbero non bere tutta l’acqua e l’eccesso potrebbe accumularsi e causare problemi legati all’irrigazione eccessiva.  L’eccesso d’acqua nel terreno è anche un terreno fertile per parassiti come i moscerini fungini, la formazione di muffe e marciumi radicali. Poiché con le piante grasse è necessario dare priorità al drenaggio, è bene evitare di annaffiare subito prima di andare a letto. In questo modo, potrete assicurarvi che il terreno dreni completamente senza problemi.

  Piante grasse nomi e significato

Cura delle succulente

Innaffiare correttamente le piante grasse non è così facile come sembra, ma è estremamente importante. In questo post, quindi, vi illustrerò tutto in dettaglio: quando, quanto, quanto spesso e come farlo nel modo giusto.

È molto difficile innaffiare correttamente le piante grasse senza fori di drenaggio. In questo caso, consiglio di spostare la pianta in un contenitore che abbia un drenaggio adeguato, piuttosto che cercare di mantenere il giusto livello di umidità senza fori.

Informazioni su Amy AndrychowiczVivo e faccio giardinaggio a Minneapolis, MN (zona 4b). Il mio pollice verde deriva dai miei genitori e ho praticato il giardinaggio per la maggior parte della mia vita. Sono un’appassionata di giardinaggio che ama coltivare di tutto, dagli ortaggi, alle erbe aromatiche, ai fiori, alle piante grasse, alle piante tropicali e alle piante d’appartamento: se volete, le ho coltivate! Per saperne di più…

Piante succulente

La prima cosa da sapere sulle piante grasse è che hanno esigenze idriche diverse rispetto ad altre piante da appartamento o da esterno. Nel caso delle altre piante, di solito richiedono un’annaffiatura quotidiana. In alcuni luoghi più caldi, è necessario annaffiare le piante anche due volte al giorno: una al mattino e una alla sera.

Le succulente, invece, sono diverse. Hanno foglie o fusti ispessiti, carnosi e ingrossati, di solito per trattenere l’acqua in climi o terreni aridi. Per questo motivo, le innaffiature delle succulente possono essere meno frequenti rispetto a quelle di altre piante.

  Malattie piante grasse rimedi naturali

Le succulente hanno bisogno di acqua per sopravvivere. Ma di quanta acqua hanno bisogno le succulente? Molte persone hanno l’idea sbagliata che le succulente richiedano una piccola quantità d’acqua ogni tanto. Sebbene sia vero che le piante grasse sono resistenti e possono normalmente sopravvivere alla siccità, la maggior parte delle succulente in realtà non prospera in queste condizioni.

Durante la fase di crescita, le piante grasse amano essere annaffiate regolarmente. La maggior parte delle piante grasse appartiene a due categorie: quelle a crescita estiva (dormienti in inverno) e quelle a crescita invernale (dormienti in estate). Le piante grasse estive sono quelle che crescono attivamente nei mesi estivi, da maggio ad agosto, e diventano dormienti nei mesi invernali, da novembre a febbraio. Le piante grasse invernali, invece, sono succulente che crescono attivamente nei mesi invernali, da novembre a febbraio, e diventano dormienti in estate.

Sonia Ricci

Sonia Ricci è una studentessa di biologia e blogger che scrive della sua prospettiva unica sulla scienza. Il suo blog tratta argomenti che vanno dalle ultime ricerche sull'impatto del cambiamento climatico alle opinioni sulle implicazioni etiche delle nuove tecnologie genetiche. Sonia è appassionata nel rendere la scienza accessibile a tutti e crede che tutti possano trovare qualcosa di interessante nella biologia se si prendono il tempo di cercarlo: seguite il suo blog per aggiornamenti regolari!