Piante grasse in vetro come innaffiare

Piante grasse in vetro come innaffiare

Succulente galleggianti in acqua

Cercate un progetto per i giorni di pioggia per gli amanti delle piante di tutte le età? Seguite questa guida e imparate a realizzare un terrario di piante grasse. Questo è un ottimo progetto per i giorni in cui volete sporcarvi le mani ma avete già rinvasato tutte le vostre piante. Questi piccoli mondi stravaganti sono un invitante centrotavola per qualsiasi spazio e sono bellissimi regali per gli amanti delle piante della vostra vita.

Le succulente e i cactus sono piante ideali per i terrari perché crescono lentamente e richiedono poche cure per crescere. Tutto ciò di cui hanno bisogno è la luce diretta del sole, un po’ di terriccio e un pizzico di umidità per sopravvivere. In questo post vi spiegheremo come realizzare un terrario con le piante grasse, oltre ad alcune semplici indicazioni per aiutarvi a mantenere le vostre piante grasse felici nella loro nuova casa.

Per quanto riguarda il lato magico delle cose… i terrari di piante grasse sono come giardini delle fate in vetro per la vostra casa! Potete aggiungere al terrario tutti gli elementi decorativi che volete, da una roccia speciale a tazze di ceramica e oggetti trovati. Le possibilità sono davvero infinite. Cominciamo!

Come si annaffiano le piante grasse in una ciotola di vetro?

Aspettate che la ciotola di vetro per succulente piantata sia significativamente più leggera di quando è stata piantata. A quel punto, innaffiate delicatamente. Non è necessario saturare tutto il terreno! È sufficiente saturare il terreno intorno alla base della succulenta.

Come posso innaffiare correttamente la mia succulenta?

Le succulente si comportano meglio con innaffiature periodiche lunghe e profonde, che bagnano il terreno fino al fondo del vaso, piuttosto che con innaffiature regolari ma timide, che bagnano il primo centimetro o due del terreno nel contenitore. Quindi, quando il terriccio delle vostre piante grasse è asciutto, innaffiatele. Lasciate che il terreno si asciughi completamente, quindi innaffiate di nuovo. Asciugare.

  Aiuole con piante grasse e ghiaia

Con quale frequenza annaffiate le piante grasse nelle ciotole di vetro?

Come regola generale, se le piante si trovano nella giusta miscela di terriccio e hanno un’adeguata esposizione al sole, è bene annaffiarle ogni 3 o 4 giorni.

Come innaffiare le piante grasse

I terrari, siano essi creati con piante grasse, cactus o piante tropicali, sono come piccoli universi. C’è qualcosa di affascinante e bello in un paesaggio vegetale autonomo all’interno di un recipiente di vetro e, se assemblati e curati correttamente, questi piccoli ecosistemi prosperano per anni. La cura del terrario può sembrare scoraggiante, ma non c’è motivo di preoccuparsi: con pochi e semplici passaggi, riuscirete a rendere felice il vostro terrario.

Il primo tipo di terrario, quello che vendiamo nei nostri negozi al dettaglio e sul web e il più comune e facile da curare, è quello “aperto”. Si tratta di vasi di vetro con un’apertura che consente la circolazione dell’aria e attraverso i quali vi prenderete cura delle vostre piante. In questo articolo ci occuperemo in dettaglio della cura dei terrari aperti.

Il secondo tipo di terrario, quello “chiuso”, è un po’ più complicato da mantenere e meno comune. Questo perché il vetro non ha un foro abbastanza grande attraverso il quale è possibile fornire cure regolari. Questi terrari chiusi si comportano come universi autosufficienti e richiedono conoscenze più precise e specializzate per essere allestiti. Se avete un terrario chiuso, sul web ci sono moltissime risorse che ne illustrano la cura.

Di che tipo di vasi hanno bisogno le piante grasse

Che siate nuovi o vecchi coltivatori di piante grasse in terrario, sapere come annaffiare le piante grasse può essere un po’ più complicato di quanto si possa pensare. Ci sono alcuni aspetti da tenere in considerazione quando si annaffiano le piante grasse, ad esempio. Se non vi sentite sicuri delle vostre capacità di annaffiare, abbiamo alcuni consigli e informazioni utili per mettervi sulla strada giusta.

  App per riconoscere le piante grasse gratis

Se volete davvero coltivare uno splendido terrario di piante grasse, dovete sapere come innaffiare le succulente.  Contrariamente a quanto si pensa, le piante grasse hanno bisogno di acqua. Anche se possono sopravvivere più a lungo di altre piante domestiche con meno acqua, non cresceranno così bene come si spera. Per mantenere le piante grasse felici e in salute, è necessario creare un programma di irrigazione adeguato.

Le succulente sono più felici in contenitori con fori di drenaggio, ma possono sopravvivere anche in terrari senza fori. Se avete un terrario senza fori di drenaggio, dovete stendere uno spesso strato di pietre sul fondo del contenitore per permettere all’acqua di defluire dalla pianta. È possibile acquistare bellissime pietre idrostatiche che aggiungono un tocco estetico al terrario, pur rimanendo estremamente funzionali. È importante che l’acqua non si depositi sul fondo della pianta, causando il marciume delle radici.

Come piantare le piante grasse in contenitori di vetro

Conoscete la procedura: Le succulente sono piante resistenti perché non hanno bisogno di molta acqua per crescere. Originarie di climi aridi, trattengono l’acqua in eccesso nelle loro foglie carnose e non hanno bisogno di molto aiuto da parte vostra e di un annaffiatoio. Ma quanto spesso dovreste innaffiare questa pianta resistente? Una volta alla settimana? Due volte a settimana? Una volta al mese?

La regola più importante per innaffiare le piante grasse è la seguente: Innaffiare solo quando il terreno nel contenitore delle succulente è asciutto. Ripetiamo, lasciate che il terreno si asciughi completamente tra un’annaffiatura e l’altra. Se il terreno non è friabile e asciutto, non innaffiatelo. La maggior parte delle piante d’appartamento vuole il terreno sempre umido. Non la vostra succulenta. Se la terra rimane sempre umida, le radici marciscono. Radici marce = succulenta morta.

  Vasi per piante grasse fai da te

Le succulente sono spesso considerate le piante a bassa manutenzione per eccellenza, ma anche i giardinieri più esperti le hanno viste morire sotto le loro cure. Leggete la nostra guida alla coltivazione per aiutarvi a mantenerle felici in casa e fuori.

La maggior parte delle piante grasse cresce a dismisura in primavera e in estate, quindi è necessario annaffiarle molto più spesso durante la loro stagione di crescita attiva. Esse estraggono l’acqua dal terreno a una velocità notevole mentre formano nuovi steli, foglie, radici e fioriture. Potete annaffiarle tre volte alla settimana, a seconda delle condizioni di luce e temperatura. In inverno le succulente vanno in dormienza. La crescita si arresta, quindi è sufficiente annaffiarle una o due volte per tutta la stagione. Uno dei modi più semplici per far morire una succulenta è darle troppa acqua in inverno, quindi allontanatevi dall’annaffiatoio da novembre a marzo. Lasciate che la vostra succulenta dorma in una tranquilla aridità.

Sonia Ricci

Sonia Ricci è una studentessa di biologia e blogger che scrive della sua prospettiva unica sulla scienza. Il suo blog tratta argomenti che vanno dalle ultime ricerche sull'impatto del cambiamento climatico alle opinioni sulle implicazioni etiche delle nuove tecnologie genetiche. Sonia è appassionata nel rendere la scienza accessibile a tutti e crede che tutti possano trovare qualcosa di interessante nella biologia se si prendono il tempo di cercarlo: seguite il suo blog per aggiornamenti regolari!