Piante grasse con foglie pelose

Piante grasse con foglie pelose

Cura delle piante di panda

Le Kalanchoe sono piante grasse tenere, molto facili da coltivare e disponibili in diverse forme e consistenze fogliari. Questi consigli per la coltivazione della Kalanchoe Tomentosa vi permetteranno di ottenere una succulenta dalle foglie sfocate e strutturate di cui vi innamorerete.

Questa pianta è considerata una succulenta tenera, il che significa che dovrà essere trattata come una pianta da interno nei mesi invernali, a meno che non viviate in una zona a clima molto caldo. Consultate anche il mio elenco di piante grasse resistenti al freddo per trovare altre varietà da coltivare nelle zone più fredde.

La cura delle piante di panda è relativamente semplice. Infatti, è una pianta grassa molto apprezzata per la sua facilità di cura, le dimensioni ridotte e il fogliame sfocato con le punte bordate di rosso scuro. Seguite questi consigli per una cura ottimale:

Un buon metodo per annaffiare in casa è il metodo “bagna e scola”.    Per farlo, portate la pianta nel lavandino e bagnatela per bene, lasciando che l’acqua defluisca dal foro di scolo sul fondo del vaso.

Come tutte le piante grasse, anche per la kalanchoe tomentosa è necessaria una miscela di terriccio ben drenante, poiché la pianta può essere soggetta a marciume radicale. Le kalanchoe, in generale, gradiscono un po’ più di materia organica nel terreno rispetto alle altre succulente.

Quale succulenta ha foglie sfuocate?

La Kalanchoe eriophylla, originaria del Madagascar, è una graziosa pianta grassa con sottili fusti tomentosi e foglie spesse e carnose ricoperte da un sottile feltro di peli biancastri che le conferiscono un aspetto paffuto e peloso. È una delle succulente più lanose.

Esistono succulente fuzzy?

Le Succulente pelose aggiungono alla vostra collezione di piante grasse un fascino morbido e un mucchio di simpatia. I peli che le ricoprono variano da corti e infeltriti a lunghi e lanosi.

  Piante grasse nomi e significato

Quale succulenta assomiglia ai capelli?

Cactus a lisca di pesce

Conosciuto anche come cactus orchidea o cactus a zig-zag, ha un aspetto unico simile ai capelli ricci.

Impianto di sottaceti

Resistenza: Queste piante arbustive si distinguono dagli altri aeonium per le loro foglie sottili ma solide, ornate da brevi tratti magenta nella parte inferiore. Queste piante tollerano la siccità e hanno fiori gialli brillanti che sbocciano a metà primavera e all’inizio dell’estate. Non coprire i semi con il terreno. Dopo la germinazione, richiedono preferibilmente un terriccio sabbioso, poiché hanno bisogno di umidità.Sono monocarpici, il che significa che muoiono dopo la fioritura.2. Albero dell’amoreNome scientifico: Aichryson laxum

Resistenza: Zone USDA da 9b a 12b (da 25 °F a 60 °F)Queste succulente sembrano piccoli alberi. Potreste far credere ai vostri amici che si tratta di bonsai, ma in realtà non richiedono altrettanto impegno per essere coltivate! Si adattano bene a diversi ambienti, a meno che non stiate cercando di farle fiorire. I loro fiori giallo brillante richiedono condizioni molto specifiche per sbocciare. Usate pochissimo fertilizzante, perché un eccesso di fertilizzante può favorire l’ingrossamento dei fiori e la loro morte.Essendo ottime piante da vaso, tenetele all’interno in una zona moderatamente fresca con una luce solare occasionale. Assicuratevi di tagliarle se diventano troppo grandi.3. Houseleek gottosoNome scientifico: Aichryson tortuosum

Cactus peloso

È probabile che abbiate visto molte piante grasse che hanno una “fioritura” – non i fiori, ma uno strato di cera che le protegge dal sole.    Questo è tipico di Echeveria, Graptopetalum e di molti ibridi tra questi due generi.    Anche il Sedum ce l’ha, e se si sfrega si può notare una reale differenza tra la fioritura e la superficie effettiva della foglia.

  App per riconoscere le piante grasse gratis

L’evoluzione di una superficie sfocata è un altro adattamento alla luce estremamente intensa.    Ogni pelo proietta un po’ d’ombra sulla superficie della foglia, rendendola un po’ più fresca.    I peli sottili sono una strategia per proteggere le piante in pieno sole.

Alcune delle succulente più popolari che presentano questa caratteristica appartengono alle famiglie delle Kalanchoe, delle Echeveria e di molte altre.    Questo elenco non è completo, perché ci sono molte altre piante grasse che non sono altrettanto popolari a causa di questa caratteristica.    Hanno esigenze particolari, come quella di non essere annaffiate sulle foglie, soprattutto con acqua fredda o con acqua ricca di minerali.    Le gocce d’acqua fredda danneggiano la foglia creando un effetto di ingrandimento in pieno sole.    I minuscoli peli che compongono la “lanugine” possono essere danneggiati, lasciando la pianta esposta alla luce diretta del sole, dove può bruciarsi. Quindi, se avete delle succulente con le foglie lanuginose, annaffiate solo con acqua “temperata” e utilizzate acqua piovana o proveniente da un condizionatore d’aria.    In questo modo vi assicurerete che non contenga minerali.    E annaffiate solo la superficie del terreno, non sopra la pianta.

Tipi di succulente

Le succulente morbide (note anche come “Succulente tenere”) sono piante affascinanti di ogni forma e colore. Il termine “succulente tenere” copre un’ampia gamma di piante grasse molto resistenti alla siccità ma meno al freddo rispetto alle succulente “resistenti”.

La pianta del panda, che risponde al meglio nelle zone di rusticità dal 9 al 12 del Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti, produce un fiore bianco-verdastro quando è in fiore. La pianta preferisce il pieno sole, ma beneficia di una leggera ombra pomeridiana.

  Piante grasse fico d india

Queste piante, che raggiungono i 18 pollici, dovrebbero essere piantate in un terreno ben drenato composto da sabbia, terriccio e ghiaia. Hanno bisogno di poca acqua durante i mesi invernali e richiedono di essere annaffiate quando diventano completamente asciutte durante il resto dell’anno.

La parte inferiore delle foglie va dal bronzo al grigio e la pianta produce grappoli di fiori giallo brillante quando fiorisce alla fine dell’inverno e all’inizio della primavera. Questa pianta è molto resistente nelle zone USDA da 9b a 11 e dà il meglio di sé se piantata tra rocce e terreni asciutti, come nel clima originario del Madagascar. I CopperSpoon devono essere tenuti all’asciutto e richiedono poca o moderata acqua.

Sonia Ricci

Sonia Ricci è una studentessa di biologia e blogger che scrive della sua prospettiva unica sulla scienza. Il suo blog tratta argomenti che vanno dalle ultime ricerche sull'impatto del cambiamento climatico alle opinioni sulle implicazioni etiche delle nuove tecnologie genetiche. Sonia è appassionata nel rendere la scienza accessibile a tutti e crede che tutti possano trovare qualcosa di interessante nella biologia se si prendono il tempo di cercarlo: seguite il suo blog per aggiornamenti regolari!