Composizione piante grasse e sassi

Composizione piante grasse e sassi

Terriccio per succulente

Jon VanZile è un maestro giardiniere che ha scritto contenuti per The Spruce per oltre un decennio. È l’autore di “Houseplants for a Healthy Home” (Piante da appartamento per una casa sana) e i suoi scritti sono apparsi anche sul Chicago Tribune e su Better Homes & Gardens, tra gli altri. Jon ha iniziato a collezionare piante oltre 10 anni fa e mantiene una collezione crescente di piante rare e tropicali.

Le pietre vive (Lithops spp.), note anche come piante di ciottoli, sono piccole piante grasse insolite che si sono evolute per assomigliare ai ciottoli e alle rocce dei loro habitat nativi in Africa. Queste piante abbracciano il terreno e crescono molto lentamente. È meglio piantarle in primavera o in autunno, poiché le pietre vive entrano in uno stato di dormienza e non crescono attivamente durante i caldi mesi estivi o invernali.

Le piante di questo genere sono generalmente costituite da un paio di foglie spesse con poco (o addirittura nessuno) fusto al di sopra del terreno. Al di sotto del terreno si trovano il fusto e le radici piuttosto lunghe.  In primavera compare un nuovo gruppo di foglie, mentre quelle vecchie si seccano e cadono. Tutte le specie di questo genere hanno fiori simili a margherite, che in genere spuntano tra le foglie in autunno o in inverno.

Di cosa sono fatte le piante grasse?

Le succulente sono piante con foglie carnose e ispessite e/o fusti rigonfi che immagazzinano acqua. La parola “succulenta” deriva dal termine latino sucus, che significa succo o linfa. Le succulente sono in grado di sopravvivere con risorse idriche limitate, come la rugiada e la nebbia, il che le rende tolleranti alla siccità.

  Fertilizzante naturale per piante grasse

Perché le piante grasse hanno bisogno di rocce?

In primo luogo, aiuta a mantenere il terreno in posizione mentre si innaffia. Soprattutto se utilizzate un terriccio organico con particelle molto piccole, il top dressing vi aiuterà a tenerlo in posizione. In secondo luogo, può contribuire a esaltare i colori delle piante grasse o a completarli.

Luce succulenta

Le succulente sono le piante perfette per creare composizioni spettacolari con cui decorare la terrazza, un patio interno con molta luce o il patio. Sono perfette come centrotavola e richiedono poche cure. Ma come fare?

Queste piante stanno benissimo in tutti i tipi di vasi, siano essi di plastica, ceramica o terracotta. Per realizzare la vostra composizione, vi consigliamo di scegliere quella in base alle vostre preferenze e al luogo in cui verrà collocata. Così, ad esempio, se si desidera collocarla all’esterno, il materiale più adatto sarà la terracotta o la ceramica, dato che la plastica si scolorisce con il tempo; d’altra parte, se si intende collocarla all’interno, si possono usare i vasi di plastica.

Altrettanto importante del materiale è la dimensione del vaso. Per le composizioni sono ideali quelli più larghi che alti. Le succulente non hanno un apparato radicale molto esteso, quindi non hanno bisogno di una quantità di terra pari a quella di un albero, per esempio.

Una volta scelto il vaso, è il momento di scegliere il substrato. Questo deve facilitare il drenaggio dell’acqua, poiché le piante grasse sono molto sensibili ai ristagni d’acqua e potrebbero facilmente morire se le loro radici si intasano. Tenendo conto di ciò, è altamente consigliabile utilizzare akadama, pomice o sabbia di fiume come unici substrati o mescolati con un 30% di torba nera.

  Tutti i tipi di piante grasse

Terriccio per bonsai

Dopo anni di tentativi ed errori, ho finalmente trovato la ricetta perfetta per il terriccio per piante grasse. È il miglior terriccio per piante grasse ed è anche facilissimo da preparare! In questo post condividerò la mia ricetta e vi mostrerò esattamente come realizzare il vostro terriccio per piante grasse.

La scelta del terriccio giusto per piantare le piante grasse in contenitore è fondamentale! Quando i lettori mi contattano per problemi con le piante grasse, la maggior parte dei problemi sono causati dall’eccessiva irrigazione.

Ho voluto assicurarmi che gli ingredienti fossero tutti facilmente reperibili nel vostro garden center di fiducia o online. Inoltre, uso questi ingredienti anche per preparare gli altri terricci fatti in casa, quindi sono tutti riutilizzabili.

Non usate terricci da giardino pesanti, miscele che contengono vermiculite o qualsiasi tipo di terriccio che dichiari di avere un maggiore controllo dell’umidità o di trattenere l’acqua. Le succulente hanno bisogno di un terriccio ben drenante, non di uno che trattenga l’umidità.

La perlite trattiene pochissima umidità, impedisce la compattazione del terreno e contribuisce a migliorare il drenaggio delle piante grasse. In altre parole, aiuta il terreno a drenare più velocemente, il che è esattamente ciò che vogliamo per un terriccio per succulente.

Come propagare le piante grasse

Le succulente hanno bisogno di un terriccio diverso da quello della maggior parte delle piante per poter prosperare. All’interno o all’esterno, sono molti i fattori che determinano il terreno giusto per avere piante sane e belle. Se utilizzate il tipo di terriccio sbagliato, vi ritroverete a dover risolvere infiniti problemi di cura.

  Aiuole con piante grasse e ghiaia

Ma non temete! Questa guida completa spiega tutto quello che vi siete chiesti sul terriccio per piante grasse. Tratta i fattori chiave per le diverse condizioni di coltivazione, passa in rassegna i migliori terricci per succulente in commercio e condivide una semplice ricetta per aiutarvi a miscelare il vostro terriccio a casa.

La risposta breve: un terriccio ben drenante. Ci sono molte idee contrastanti sul terreno, ma quando si tratta di piante grasse, il drenaggio è fondamentale. Questo perché la capacità delle succulente di tollerare la siccità le rende inclini a marcire se lasciate in un terreno umido.

Per coltivare qualsiasi pianta, è utile imitare l’ambiente naturale da cui proviene. Le piante grasse selvatiche tendono a crescere in terreni sabbiosi e ghiaiosi. Molte crescono anche in piccole fessure rocciose o sulle pareti rocciose. I loro terreni nativi, ricchi di granelli, si saturano con le piogge abbondanti ma si asciugano rapidamente.

Sonia Ricci

Sonia Ricci è una studentessa di biologia e blogger che scrive della sua prospettiva unica sulla scienza. Il suo blog tratta argomenti che vanno dalle ultime ricerche sull'impatto del cambiamento climatico alle opinioni sulle implicazioni etiche delle nuove tecnologie genetiche. Sonia è appassionata nel rendere la scienza accessibile a tutti e crede che tutti possano trovare qualcosa di interessante nella biologia se si prendono il tempo di cercarlo: seguite il suo blog per aggiornamenti regolari!