Quando si possono piantare gli ulivi

Quando si possono piantare gli ulivi

Olivo greco Koroneiki

Con il giusto amore e le giuste cure, gli ulivi sono noti per la loro durata di centinaia di anni. Inoltre, coltivarli nel vostro giardino potrebbe fornirvi una fresca scorta di olive pronte per essere curate. Cosa si può desiderare di più?

Il modo migliore per coltivare gli ulivi nel Regno Unito è tenerli in vaso. Ciò significa che possono essere messi all’esterno in un luogo riparato con molto sole per la maggior parte dell’anno, per poi essere spostati in un luogo più riparato nel periodo invernale, quando le temperature iniziano a scendere sotto i -10 gradi.

Dopo il primo rinvaso, l’albero deve essere rinvasato ogni paio d’anni fino a raggiungere l’altezza definitiva. Con il passare del tempo, gli alberi coltivati in vaso esauriscono le sostanze nutritive presenti nel terriccio, per cui è importante rinvasare la pianta o sostituire fino al 50% del terriccio ogni due anni.

Il momento migliore per rinvasare o piantare l’olivo è la tarda primavera, ma assicuratevi di proteggere l’albero in caso di periodi di freddo prolungati. In questo modo, l’albero avrà il tempo di stabilirsi nella sua nuova casa per l’estate e di creare un esemplare più resistente per l’inverno.

Come piantare un olivo nel terreno

L’aratro a discoBuonaLadyCome distanziare gli alberi quando si piantanoLa larghezza della chioma influisce sulla distanza tra gli alberi quando si piantano. Quando l’albero ha raggiunto la sua massima larghezza, deve esserci spazio tra esso e il successivo in qualsiasi direzione per facilitare la raccolta delle olive (meccanica o meno) o il trattamento del terreno intorno ad esso tramite il trattore. È importante distanziarli abbastanza l’uno dall’altro in modo che la luce e il sole possano raggiungere tutti i rami e che possano crescere in modo sano.Come piantare gli alberiIn un campo o in un’area ormai priva di erbacce:

  Moscerini delle piante in casa

Il miglior compost per gli ulivi

ClimaIl freddo estremo non è compatibile con la produzione di olive. Sebbene gli ulivi richiedano una certa refrigerazione per l’allegagione – circa 200 ore di temperature invernali inferiori a 45º F – le linee guida dell’Università della California affermano che le temperature inferiori a 22º F possono uccidere i giovani alberi e causare la morte dei rami sugli alberi più vecchi. Gli alberi maturi sono a rischio a temperature inferiori a 15° C.

La tolleranza al freddo dipende da molte variabili, tra cui la varietà di olivo, la gravità delle fluttuazioni di temperatura e la quantità di acqua presente nei tessuti dell’albero.  Anche i microclimi possono essere critici quando le temperature sono basse, quindi evitate le sacche di gelo e le zone stagnanti.  Anche le temperature rigide, o le condizioni di caldo e vento estremi, durante la fioritura in aprile o maggio possono essere un problema, causando una scarsa allegagione. In autunno e in inverno, prima del raccolto, le temperature inferiori a circa 29º F congelano i frutti e causano un sapore difettoso nell’olio d’oliva.

TerrenoGli ulivi possono prosperare in una varietà abbastanza ampia di condizioni del terreno, con un’importante eccezione: sono completamente intolleranti al drenaggio insufficiente. I terreni impregnati d’acqua sono probabilmente la causa della morte di più olivi di qualsiasi altra cosa. I terreni con un contenuto di argilla moderatamente elevato non sono del tutto esclusi, ma è necessario migliorare il drenaggio piantando su una collina o su un terrapieno. Un’analisi del terreno rivelerà eventuali carenze di nutrienti o tossicità in un determinato luogo. La produzione di olio d’oliva non trae vantaggio da un terreno di prima qualità; una fertilità modesta produrrà il miglior olio d’oliva. Un altro aspetto importante nella scelta del sito è la storia colturale del luogo. Gli olivi sono sensibili al verticillium wilt. Se il campo è stato coltivato a pomodori, cotone, peperoni o qualsiasi altra coltura sensibile al verticillium, il terreno deve essere analizzato per verificare la presenza di questo patogeno.

  Quando dare lolio bianco alle piante da frutto

Olivo Leccino

Gli olivi, o Olea europaea, sono generalmente considerati i re del paesaggio mediterraneo, ma la loro popolarità nel Regno Unito è aumentata negli ultimi anni. Questa scheda vi spiega come coltivare con successo gli ulivi nel Regno Unito.

La loro combinazione di fusti nodosi e di robuste foglie grigio-verdi argentate fornisce una bella struttura sempreverde ai giardini. Fioriscono in estate e possono crescere fino a 10 metri di altezza, ma rispondono bene alla potatura.

Gli olivi sono piante adattabili e resistenti, adatte a crescere in un’ampia gamma di climi. Nel Regno Unito, gli ulivi si adattano bene ai climi più miti, che tendono ad essere quelli delle regioni meridionali e occidentali, delle zone costiere e delle aree urbane. A causa della brevità dell’estate nel Regno Unito, è insolito aspettarsi che gli alberi producano olive.

  Una pianta come il sargasso

Scelta del sito – Posizionatelo nel luogo più soleggiato possibile, idealmente esposto a sud o a ovest, con una certa protezione dai venti del nord e dell’est. Gli olivi tollerano un po’ di ombra, ma vogliono almeno mezza giornata di sole.

Condizioni del terreno – Assicuratevi che il terreno drenante sia libero e che non si intasi durante l’inverno; gli olivi tollerano sia i terreni acidi che quelli alcalini. I terreni sabbiosi poveri trarranno beneficio dall’aggiunta di ammendante o compost, mentre i terreni argillosi potrebbero richiedere un supplemento di graniglia. I letti rialzati sono un modo ideale per sollevare le radici lontano dai suoli impregnati d’acqua.

Sonia Ricci

Sonia Ricci è una studentessa di biologia e blogger che scrive della sua prospettiva unica sulla scienza. Il suo blog tratta argomenti che vanno dalle ultime ricerche sull'impatto del cambiamento climatico alle opinioni sulle implicazioni etiche delle nuove tecnologie genetiche. Sonia è appassionata nel rendere la scienza accessibile a tutti e crede che tutti possano trovare qualcosa di interessante nella biologia se si prendono il tempo di cercarlo: seguite il suo blog per aggiornamenti regolari!