Pidocchi neri sulle piante come eliminarli

Pidocchi neri sulle piante come eliminarli

Come eliminare gli afidi

Gli afidi sono uno dei parassiti più devastanti del giardino, ma è possibile sbarazzarsi di loro senza l’uso di prodotti chimici sgradevoli utilizzando controlli fisici, colture trappola e fiori benefici. Provate a casa vostra uno di questi metodi semplici e sicuri per uccidere gli afidi nel vostro giardino, prevenire il ritorno dei pidocchi delle piante e controllare le formiche (che compaiono quando gli afidi sono in aumento).

Anche se tendiamo a vederli in una luce negativa, in realtà dovremmo considerare gli afidi come un indicatore della natura che indica che qualcosa non è in equilibrio. Gli afidi non sono necessariamente insetti “cattivi”: ci dicono quando qualcosa di negativo sta accadendo nel giardino.

Ebbene, in condizioni ambientali ottimali, senza predatori, parassiti o malattie, una femmina di afide schiusa in primavera può teoricamente produrre fino a 600 miliardi di discendenti, ovvero fino a 41 generazioni di femmine in una sola stagione!

Gli afidi verdi (mosche verdi) sono spesso i più dannosi perché si mimetizzano così bene con le foglie e gli steli che tendono a passare inosservati finché il loro numero non diventa incontrollabile. Sono comuni anche gli afidi gialli, grigi, rossi, marroni e neri e gli afidi lanosi bianchi, dal pelo piuttosto selvatico, che assomigliano alle cocciniglie.

L’aceto uccide gli afidi neri?

L’aceto contiene acido acetico e spruzzare una soluzione 50/50 di aceto e acqua sugli afidi li ucciderà. Sfortunatamente, però, può anche uccidere o danneggiare le piante, quindi non consiglio di usare l’aceto in spray per il controllo degli afidi in giardino.

Gli afidi neri sono dannosi per le piante?

Gli afidi dei fagioli neri sono dannosi per le piante. Questi insetti causano un danno alimentare diretto, succhiando i succhi delle piante e le sostanze nutritive necessarie. Possono anche causare danni indiretti diffondendo malattie come il virus del mosaico comune del fagiolo (BCMV) e altre ancora.

  Quando si pianta lorto

Sapone insetticida

Gli afidi sono parassiti piuttosto comuni e molto fastidiosi. Si possono trovare nei giardini e negli orti, o anche sulle piante da balcone. È facile riconoscerli perché formano degli sciami. A seconda della specie, si possono trovare afidi neri, verdi, gialli o, i più rari, arancioni.

Gli afidi sono una seria minaccia per le piante da giardino, poiché ne succhiano i succhi. Inoltre, le inquinano con i loro escrementi e possono diffondere virus pericolosi. Per questo motivo è importante agire immediatamente e utilizzare rimedi casalinghi non appena i parassiti compaiono in giardino.

Avete notato la presenza di molti afidi nel vostro giardino e state cercando un modo per liberarvi di questi parassiti? Avete molte opzioni tra cui scegliere. Esistono molti rimedi casalinghi estremamente sicuri per le piante, soprattutto per quelle più fragili. Si basano su ingredienti naturali e, nonostante ciò, sono molto efficaci. Potete provarli come prima risorsa per combattere gli insetti. Se non funzionano, provate con i prodotti chimici.

Un buon vicinato per le piante del vostro giardino influisce sulla loro crescita corretta e sulla loro salute generale. L’agricoltura ecologica sta guadagnando popolarità. Si tratta principalmente di utilizzare piante vicine, in modo che abbiano un’influenza positiva l’una sull’altra. I rimedi casalinghi per gli afidi prevedono anche l’utilizzo di piante che non sono gradite a questi piccoli insetti.

  Quando piantare i bulbi di giacinto

Insetti benefici

Gli afidi sono piccoli insetti delle piante che amano raggrupparsi sulla nuova crescita e sui fiori. Sbarazzarsi degli afidi in casa può richiedere un po’ di tempo, ma non preoccupatevi, ci penso io! Seguite questi metodi di trattamento biologico degli afidi per uccidere gli afidi sulle piante d’appartamento e imparate a sbarazzarvi degli afidi sulle piante d’appartamento PER SEMPRE!

In ogni caso, si moltiplicano rapidamente. Il ciclo di vita completo può durare anche solo una settimana. Ciò significa che dal momento in cui una ninfa nasce o cova, può maturare in un adulto che può iniziare a deporre altre uova in una settimana.

La prima cosa da fare è mettere in quarantena la pianta infestata e pulire accuratamente l’area in cui si trovava. Assicuratevi di ispezionare anche tutte le piante d’appartamento circostanti per verificare la presenza di afidi.

Prima di utilizzare qualsiasi tipo di soluzione di sapone per afidi sulle piante, fate una prova su una foglia per assicurarvi che il sapone non danneggi la pianta. Alcune piante sono sensibili all’acqua saponata e le foglie possono essere danneggiate.

Mescolate entrambi gli ingredienti in un flacone spray e spruzzatelo direttamente sugli afidi. Questo spray biologico ammazza afidi fatto in casa è il miglior insetticida per afidi e funziona benissimo per sbarazzarsi di questi fastidiosi insetti al solo contatto.

Afidi deutsch

Molti di loro sono estremamente distruttivi per alcuni o altri membri del regno vegetale, tra cui colture agricole, colture alimentari, alberi e tutti i tipi di piante ornamentali, cespugli, erbe e ortaggi.

Molti afidi vengono identificati in base alle particolari piante o alberi che preferiscono attaccare, come l’afide del lampone, l’afide della lattuga e l’afide del faggio, per citare solo un esempio di afidi che infestano un frutto, un ortaggio e un albero.

  Come piantare i semi di nespola

Il presente articolo è stato scritto con l’obiettivo di trattare l’argomento del controllo e dell’eliminazione degli afidi nella maniera più ampia possibile; ciò significa che nessun metodo viene trattato in modo approfondito.

I sintomi dell’attacco degli afidi comprendono crescita lenta e stentata, contorsione e deformazione delle foglie, gocciolamento della linfa, ingiallimento e imbrunimento del fogliame, appassimento generale e perdita di vigore e, infine, morte della pianta.

Se avete un giardino di piccole dimensioni, potreste ispezionare periodicamente diversi campioni di piante (compresa la parte inferiore delle foglie selezionate a tutti i livelli), ad esempio ogni settimana o ogni dieci giorni per verificare la presenza di afidi.

Sonia Ricci

Sonia Ricci è una studentessa di biologia e blogger che scrive della sua prospettiva unica sulla scienza. Il suo blog tratta argomenti che vanno dalle ultime ricerche sull'impatto del cambiamento climatico alle opinioni sulle implicazioni etiche delle nuove tecnologie genetiche. Sonia è appassionata nel rendere la scienza accessibile a tutti e crede che tutti possano trovare qualcosa di interessante nella biologia se si prendono il tempo di cercarlo: seguite il suo blog per aggiornamenti regolari!