Come salvare una pianta grassa

Come salvare una pianta grassa

Quale succulenta ho

Capita a tutti i giardinieri di piante grasse, prima o poi, che una delle vostre piante abbia un aspetto malato. Non si sa esattamente cosa abbia, ma si sa che c’è qualcosa che non va. Le succulente non dovrebbero avere foglie marroni e mollicce o macchie bianche e sfocate su tutto il corpo, questo è certo! Leggete questo articolo per sapere come iniziare a salvare le vostre piante grasse morenti!

Le foglie della vostra succulenta possono apparire gialle o trasparenti e mollicce. La vostra succulenta è nella fase iniziale di morte per eccesso di acqua. Le foglie marroni o nere che sembrano marcire indicano un caso più avanzato. Dovete quindi iniziare a salvare le vostre succulente morenti!

Per prima cosa, togliete la succulenta dal suo contenitore. Scuotete il più possibile il terriccio umido dalle radici. Questo fa sì che la pianta si secchi più velocemente. Quindi mettete la pianta in un luogo che riceva una luce solare luminosa ma indiretta per circa una settimana.

Buone notizie! Le piante grasse innaffiate poco sono molto più facili da salvare rispetto a quelle innaffiate troppo. Le piante grasse sono fatte per sopravvivere per lunghi periodi senza acqua, quindi anche se le foglie della vostra pianta appaiono secche, piatte e raggrinzite, probabilmente riuscirete a salvarla.

Pianta grassa da ghiaccio

Sì. La maggior parte delle volte una pianta eccessivamente annaffiata si riprende con cure e trattamenti adeguati. E anche se la pianta ha ceduto al marciume, alcune parti possono essere salvate. Una foglia o un piccolo stelo possono essere salvati e propagati per dare vita a una nuova pianta.

  Come potare le piante di nocciole

La quantità di pianta che si può salvare dipende dall’entità del danno subito. Una pianta troppo annaffiata nelle fasi iniziali sarà più facile da salvare rispetto a una pianta che sta già marcendo dalla radice.

Come si fa a sapere se una succulenta è stata annaffiata troppo? Di solito ci sono dei segni rivelatori che indicano chiaramente se una succulenta viene annaffiata troppo o troppo poco. Una pianta eccessivamente annaffiata presenta foglie mollicce, che sembrano molli e schiacciate.

Il colore delle foglie appare più chiaro rispetto a quello di una pianta sana, o diventa traslucido. Spesso una succulenta troppo annaffiata lascia cadere facilmente le foglie anche quando viene toccata leggermente. Di solito sono le foglie inferiori a essere colpite per prime.

Se le piante sono state annaffiate regolarmente o si sono attenute a un programma di irrigazione indipendentemente dall’aspetto della pianta e si notano i segni descritti sopra, significa che le piante sono state annaffiate troppo.

Tipi di succulente

Quando ero alle prime armi con le piante grasse, era difficile capire se stavo annaffiando troppo o troppo poco le mie piante. Mi sono bombardata di tonnellate di informazioni su come innaffiare le piante grasse e mi sono ritrovata a pensare se stessi facendo bene o meno.

La confusione più grande per me era come capire se le mie piante venivano annaffiate troppo o troppo poco. Dopo un po’ di tentativi ed errori, ho imparato ad osservare i segnali per capire se le piante erano eccessivamente o poco irrigate.

  Cosa piantare a settembre in sicilia

Il modo migliore per capire se la vostra succulenta è stata annaffiata troppo o troppo poco è l’aspetto delle foglie. Una pianta poco annaffiata avrà foglie rugose e raggrinzite, mentre una pianta troppo annaffiata avrà foglie morbide, mollicce, quasi traslucide.

Questi sono gli ovvi segni rivelatori che indicano se la vostra succulenta viene annaffiata troppo o troppo poco. Spesso, però, i segni non sono così facili da leggere. Una succulenta non annaffiata può presentare comportamenti simili a quelli di una pianta annaffiata troppo.

Le succulente immagazzinano l’acqua negli steli, nei tessuti e nelle foglie. Queste piante si sono adattate a condizioni di crescita molto secche e sono quindi in grado di resistere a lunghi periodi di siccità o a condizioni molto secche e aride. Questo però non significa che non abbiano bisogno di acqua.

Marciume delle radici delle succulente

Uno dei maggiori errori che i coltivatori di piante grasse e i principianti commettono è quello di annaffiare eccessivamente le piante grasse. Le succulente sono piante che tollerano la siccità e non hanno bisogno di troppa acqua. Innaffiare troppo le piante grasse è molto pericoloso e, in pratica, una volta che una succulenta viene annaffiata troppo, si verifica il marciume radicale.

Il marciume radicale è il motivo più comune per cui una succulenta muore. Innaffiare eccessivamente una succulenta porta semplicemente al marciume radicale. Per questo motivo è molto meglio che le piante grasse vengano annaffiate poco piuttosto che eccessivamente. È molto più facile riparare una succulenta innaffiata poco che una innaffiata troppo.

  Come piantare una pianta di kiwi

Cosa succede quando una succulenta viene annaffiata troppo? Si può curare una succulenta troppo annaffiata? Una succulenta innaffiata troppo muore? Alla fine di questo articolo conoscerete le risposte esatte a queste domande!

La risposta è sì, è possibile salvare una succulenta innaffiata eccessivamente, ma non è facile e bisogna agire immediatamente e seguire i passi giusti. Dipende anche dalla gravità del marciume radicale. Se il marciume radicale è molto grave, molto probabilmente non riuscirete a salvare la succulenta innaffiata in eccesso.

Sonia Ricci

Sonia Ricci è una studentessa di biologia e blogger che scrive della sua prospettiva unica sulla scienza. Il suo blog tratta argomenti che vanno dalle ultime ricerche sull'impatto del cambiamento climatico alle opinioni sulle implicazioni etiche delle nuove tecnologie genetiche. Sonia è appassionata nel rendere la scienza accessibile a tutti e crede che tutti possano trovare qualcosa di interessante nella biologia se si prendono il tempo di cercarlo: seguite il suo blog per aggiornamenti regolari!