Come creare un bonsai da una pianta comune

Come creare un bonsai da una pianta comune

Un larice giapponese diventa un bonsai

Non c’è niente di così soddisfacente come coltivare un bonsai in casa. Proprio come guardare le nuove foglie delle piante da interno che spuntano le loro piccole teste lucenti durante la stagione di crescita, osservare i bonsai in crescita che prendono forma con la potatura strutturale è la materia di cui sono fatti i sogni di un appassionato di bonsai.

Man mano che vi addentrate nel giardinaggio bonsai, vi renderete conto che gli strumenti e l’addestramento adeguati possono aiutarvi a iniziare a dare forma ai vostri bonsai. Considerando che la forma dell’albero è un aspetto cruciale, ci sono diverse specie e stili di bonsai da utilizzare per la vostra pianta.

Ed è quello che voglio fare qui. Voglio introdurvi alle varie tecniche di cura dei bonsai, in modo che possiate diventare giardinieri di bonsai (un hobby che dura tutta la vita) e iniziare a realizzare capolavori bonsai da interno in tutta la vostra casa.

Il tipo di cura dipende dalla specie di bonsai che si sta curando. Un albero a foglie caduche (come un ficus) richiede livelli di umidità del suolo diversi rispetto a un bonsai di conifere (come un ginepro), il che spiega il tipo di miscela di terreno da usare, la frequenza delle potature di manutenzione e il tipo di fertilizzante da utilizzare.

Bonsai fai da te

Cori Sears è specializzata in piante d’appartamento e nella cura delle piante d’appartamento. Da oltre 10 anni è in missione per trasformare il suo appartamento urbano in una giungla indoor. Dal 2019 è una scrittrice collaboratrice di The Spruce.

  Quando piantare ulivo in giardino

Kathleen Miller è un’apprezzata maestra di giardinaggio e orticoltura che condivide le sue conoscenze in materia di vita sostenibile, giardinaggio biologico, agricoltura e progettazione del paesaggio. Ha fondato la Gaia’s Farm and Gardens, un’azienda agricola in permacultura sostenibile, e scrive per Gaia Grows, una rubrica su un giornale locale.  Ha oltre 30 anni di esperienza nel giardinaggio e nell’agricoltura sostenibile.

Il bonsai è un’antica forma d’arte vivente che utilizza tecniche di coltivazione e formazione per produrre alberi in miniatura che imitano l’aspetto delle loro controparti a grandezza naturale. Queste tecniche includono la potatura pesante della chioma, la potatura delle radici e il confinamento delle radici in contenitori poco profondi.

Quasi tutti gli alberi o arbusti perenni a fusto legnoso che producono rami veri possono essere addestrati come bonsai. Tuttavia, alcune specie sono più adatte alla coltivazione come bonsai rispetto ad altre. Alcune specie di bonsai sono più popolari per ragioni estetiche (come il fogliame piccolo o la corteccia dall’aspetto nodoso), mentre altre sono popolari perché sono famose per la bassa manutenzione e la resistenza quando vengono coltivate come miniature.

Bonsai gratis

Laura è un’esperta di spazi ridotti e di vita sostenibile. Giornalista con oltre 20 anni di esperienza nella scrittura per le principali riviste e siti web dedicati alla casa, è autrice di due libri di arredamento: The Little Book of Living Small e The Bunk Bed Book. Punti di forza: * Oltre 20 anni di esperienza nella scrittura per riviste nazionali * Autrice di The Little Book of Living Small (2020) e The Bunk Bed Book (2022) * Ex Direttore Lifestyle della rivista Parents (2013-2019)

  Come piantare le patate germogliate

La prima volta che si vede un bonsai è facile innamorarsi. Questi piccoli alberi incutono timore. Sia i giardinieri che i pollici neri si deliziano della qualità magica di un albero che è rimasto piccolo per tutta la sua vita. La loro natura compatta è stravagante e offre un fascino completamente diverso rispetto alle piante d’appartamento più grandi.

La coltivazione dei bonsai rimane una nicchia specializzata, ma imparare l’arte del bonsai è più accessibile che mai. Abbiamo raccolto i consigli per coltivare un bonsai in casa, compresi quelli del curatore capo della celebre collezione di bonsai del Brooklyn Botanic Garden. Ecco i migliori consigli su come prendersi cura di un bonsai in casa – e come mantenerlo in vita!

Bonsai di acero

Un’idea sbagliata comune è che le piante utilizzate per i bonsai siano geneticamente “nanizzate”. I bonsai sono piante normali, propagate come tutte le altre, ma addestrate con tecniche sofisticate per mantenerle in dimensioni miniaturizzate.

Lo styling dei bonsai comprende metodi di base come la potatura regolare e il cablaggio, ma anche tecniche più avanzate, come la creazione di legno morto. Applichiamo queste tecniche per promuovere la crescita, manipolare i nostri alberi nella forma che desideriamo e ottenere risultati naturali e realistici.

  Quando si pianta le cipolle

Senza dubbio, il modo più importante per formare un bonsai è potarlo regolarmente. Esistono due tecniche diverse: La potatura di mantenimento, per mantenere e perfezionare la forma esistente di un bonsai, e la potatura strutturale, che comporta una potatura più rigorosa per dare a un albero la sua forma o stile di base.

Il cablaggio è una tecnica molto importante utilizzata per formare e modellare i bonsai. Avvolgendo il filo intorno ai rami di un albero, è possibile piegare e riposizionare i rami a proprio piacimento. Ci vogliono alcuni mesi prima che i rami si sistemino nella loro nuova posizione. Rimuovere il filo metallico una volta che i rami si sono assestati.

Sonia Ricci

Sonia Ricci è una studentessa di biologia e blogger che scrive della sua prospettiva unica sulla scienza. Il suo blog tratta argomenti che vanno dalle ultime ricerche sull'impatto del cambiamento climatico alle opinioni sulle implicazioni etiche delle nuove tecnologie genetiche. Sonia è appassionata nel rendere la scienza accessibile a tutti e crede che tutti possano trovare qualcosa di interessante nella biologia se si prendono il tempo di cercarlo: seguite il suo blog per aggiornamenti regolari!