Come bagnare le piante quando non ci sei

Come bagnare le piante quando non ci sei

Sistema di irrigazione fai da te per piante in vaso

Sebbene una vacanza di due settimane possa sembrare un sogno, può essere un incubo per le vostre piante, soprattutto durante le calde giornate estive, quando hanno bisogno di attenzioni più costanti. Abbiamo chiesto a giardinieri e amanti delle piante d’appartamento quali sono i loro trucchi preferiti per mantenere il verde felice durante i viaggi prolungati. Ecco i loro migliori consigli per innaffiare le piante quando si è lontani.

La prima cosa da considerare è la durata della vostra assenza da casa. Le piante sono abbastanza resistenti e la maggior parte di esse dovrebbe stare bene se lasciate sole per una settimana o meno. Se vi allontanate per più di una settimana, non è una cattiva idea prendere qualche precauzione. È importante considerare l’ambientazione delle piante: il piano di gioco per un giardino in giardino sarà diverso da quello per un davanzale. Ecco alcune regole generali per le esposizioni all’interno e all’esterno:

Per mantenere il vostro giardino rigoglioso mentre siete lontani, Sarah Barbosa, coltivatrice con una fiorente azienda agricola in Texas, dice che un sistema di irrigazione temporizzato farà miracoli. “È essenziale, anche se non si è in viaggio. Se non ne avete uno, date un’occhiata alla strategia di auto-irrigazione fai-da-te di Barbosa qui sotto. E naturalmente potete anche chiedere a un vicino o a un amico di passare a controllare il vostro giardino se ci sono piante preziose che vi preoccupano.

Come si annaffiano le piante in vacanza con le bottiglie d’acqua?

Prendete la bottiglia e capovolgetela. Si consiglia di mettere un dito sopra la parte superiore, in modo che l’acqua non fuoriesca mentre la si capovolge. Inserite il collo della bottiglia delicatamente ma in profondità nel terriccio della vostra pianta in vaso. Dopo qualche ora, controllate le piante all’aperto e verificate che l’acqua defluisca correttamente.

  Come piantare semi di peperoncino

Come posso innaffiare le mie piante senza che l’acqua arrivi dappertutto?

Potete usare vasi non drenanti, vaschette di raccolta o innaffiare le piante da interno in un lavandino per evitare di sporcare. Potete anche utilizzare un metodo di irrigazione controllata, come un vaso auto-irrigante, una punta d’acqua o un’annaffiatura con cubetti di ghiaccio.

Idrorepellente

A volte allontanarsi da tutto è proprio quello che ci vuole per resettare, ma cosa succede a tutte le piante d’appartamento che ci si lascia alle spalle?    Se vi è mai capitato di tornare a casa da un viaggio rilassante solo per trovare le vostre amate piante d’appartamento cadenti, disperate e morenti, allora sapete bene quanto sia triste concludere una vacanza.

Ma non deve essere per forza così. Anche se non avete un amico o un vicino affidabile che si occupi dell’annaffiatura durante la vostra assenza, ci sono diversi modi per assicurarsi che le vostre compagne di foglie prosperino quando tornate a casa.

Il tipo di piante da interno che tenete fa una differenza significativa nel livello d’acqua di cui hanno bisogno per mantenersi in salute durante la vostra assenza. Le succulente e i cactus non richiedono cure particolari e preferiscono essere lasciati in pace. L’orto e le erbe aromatiche in casa, invece, avranno bisogno di maggiori attenzioni rispetto alla maggior parte delle piante. Con le orchidee non utilizzate sistemi di auto-irrigazione, perché le loro radici hanno bisogno di asciugarsi tra un’annaffiatura e l’altra: è meglio lasciare queste piante a un amico durante la vostra assenza.

  Come sgonfiare gli occhi gonfi dal pianto

Fioriera auto-irrigante

Questo articolo è stato scritto da Lauren Kurtz. Lauren Kurtz è una naturalista e specialista in orticoltura. Lauren ha lavorato per Aurora, Colorado, gestendo il Water-Wise Garden presso l’Aurora Municipal Center per il Water Conservation Department. Ha conseguito una laurea in Studi ambientali e di sostenibilità presso la Western Michigan University nel 2014.

Tutti hanno bisogno di una vacanza di tanto in tanto. Gli animali domestici vengono spesso affidati alle cure di un amico, di un vicino o di una pensione per animali, ma che dire delle piante? Alcune piante possono resistere a lungo senza acqua, ma altre hanno bisogno di cure settimanali o addirittura quotidiane. Se state per partire per un viaggio, dovete assicurarvi che le vostre piante ricevano acqua a sufficienza per sopravvivere alla vostra assenza. In alcuni casi, potreste anche non aver bisogno di un amico o di un vicino che si occupi delle piante al posto vostro!

Questo articolo è stato scritto da Lauren Kurtz. Lauren Kurtz è una naturalista e specialista in orticoltura. Lauren ha lavorato per Aurora, in Colorado, gestendo il Water-Wise Garden presso l’Aurora Municipal Center per il Water Conservation Department. Ha conseguito una laurea in Studi ambientali e di sostenibilità presso la Western Michigan University nel 2014. Questo articolo è stato visualizzato 592.886 volte.

  Come si cura la pianta carnivora

Sistema di irrigazione delle piante

Anche se si tratta di una vacanza, andare fuori città può essere stressante, soprattutto se il viaggio è lungo o se sono coinvolti i suoceri. Quando avrete fatto le valigie, messo i bambini in macchina, organizzato la cura degli animali domestici e organizzato il viaggio, probabilmente vi sarete dimenticati come innaffiare le bellissime piante d’appartamento e il sano orto che avete coltivato con tanta fatica.  Ma non c’è da preoccuparsi: questi quattro metodi semplici e veloci vi aiuteranno a pianificare il futuro e a evitare che le vostre piante soffrano durante la vostra assenza. E anche se avete il pollice nero, questi trucchi sono sempre adatti a voi. Potete anche dare un’occhiata ai nostri consigli sul modo giusto di piantare un albero e su come uccidere il caprifoglio.

Sonia Ricci

Sonia Ricci è una studentessa di biologia e blogger che scrive della sua prospettiva unica sulla scienza. Il suo blog tratta argomenti che vanno dalle ultime ricerche sull'impatto del cambiamento climatico alle opinioni sulle implicazioni etiche delle nuove tecnologie genetiche. Sonia è appassionata nel rendere la scienza accessibile a tutti e crede che tutti possano trovare qualcosa di interessante nella biologia se si prendono il tempo di cercarlo: seguite il suo blog per aggiornamenti regolari!