Bombe di semi come piantarli

Bombe di semi come piantarli

Lanciare e coltivare bombe di semi

Anche se sembra radicale, il guerilla gardening non è un’attività apertamente politica o polarizzante. Il suo obiettivo è semplice: trasformare terreni inutilizzati in giardini.  Le persone di tutto il mondo sono attratte da questa umile missione e imbracciano le armi sotto forma di pale, compost, piante, bulbi e bombe di semi nel tentativo di riportare in vita le loro comunità.

Se la storia è piena di giardinieri intraprendenti che sfruttano lo spazio a loro disposizione, il guerilla gardening come lo conosciamo oggi è iniziato a New York nel 1973. Disturbati dalla bruttezza di un terreno abbandonato, un gruppo di vicini decise di piantarlo, trasformando la sua presenza abbandonata in un luogo di bellezza e di ritrovo per la comunità. Il gruppo non aveva il permesso di piantare il terreno, così si fece chiamare Guerriglia Verde, un cenno al loro marchio di insubordinazione orticola.

I Guerriglieri Verdi hanno anche piantato fiori sulle strisce pedonali di strade trafficate, hanno appeso fioriere a edifici abbandonati e hanno lanciato “semi verdi” – pacchetti di compost, fertilizzante, semi e acqua contenuti in palloncini d’acqua o vecchie decorazioni natalizie – oltre le recinzioni dei lotti liberi. Una volta atterrati, i pacchetti scoppiavano, dando ai semi una discreta possibilità di sopravvivenza, anche senza l’aiuto di un giardiniere.

Come piantare le bombe di semi di carta

È importante collocare il vaso in una posizione soleggiata in modo che i semi possano germogliare. La temperatura è un fattore importante per la crescita. A seconda della stagione dell’anno, ogni seme avrà bisogno di un determinato intervallo di temperatura. Inoltre, i semi non emergeranno tutti nello stesso momento, alcuni potrebbero impiegare più tempo di altri, quindi non preoccupatevi! Siate pazienti.

  Pianta erbacea delle alpi cruciverba

Arriverà il momento in cui la pianta avrà bisogno di più spazio. Quando noterete 2 o 3 foglie “vere”, sarà il momento di rinvasare la pianta.  Fate attenzione, rimuovete la pianta con delicatezza, assicurandovi dell’integrità delle radici (non tirate il fusto), e trapiantatela in un vaso più grande, annaffiando abbondantemente per coesionare il terreno.

Bombe di semi di fiori selvatici

Le nostre bombe di semi sono state create da scienziati della conservazione per semplificare la coltivazione di fiori selvatici da seme. Le palline di semi sono un mini ecosistema che protegge i semi da uccelli, formiche e lumache e fornisce loro il nutrimento di cui hanno bisogno per avere un vantaggio. Con le palline di semi non è necessario avere alcuna esperienza di giardinaggio. Non c’è bisogno di propagare i semi, né di piantarli! Basta metterle sul terreno, annaffiare e vederle crescere! Ogni pallina contiene fino a 100 semi, una miscela di specie adatte a condizioni diverse. Le palline di semi sono realizzate con una miscela unica di semi, argilla (per proteggere i semi da formiche, topi, uccelli, ecc.) compost senza torba (per dare ai semi una spinta) e polvere di peperoncino (un ulteriore deterrente per i predatori). Questa antica tecnica di propagazione dei semi fornisce tutto il nutrimento e la protezione di cui un seme ha bisogno per la sua crescita precoce, il che è particolarmente utile per la coltivazione di fiori selvatici, dato che i loro semi spesso impiegano più tempo a germogliare e crescere rispetto alle altre piante da giardino.

  Come piantare una pianta di ciliegio

Le palline di semi non hanno bisogno di essere piantate o di una propagazione complessa: basta spargerle dove si vuole che crescano (preferibilmente sopra la terra o il compost) e lasciare che la natura prenda il sopravvento! È davvero così semplice! Le palline di semi crescono bene anche in vasi o altre fioriere.

Come piantare una bomba di semi

/ Successivo 04 aprile 2018 1 Commento Vi rallegrate guardando lunghe distese di fiori colorati che ondeggiano nella fresca brezza? Le farfalle e le api mellifere che si librano non aggiungono forse un tocco di varietà alle tinte?    Se sì, allora pensate di piantare più fiori selvatici nella vostra zona! Non c’è felicità più grande di quella che si prova quando arrivano alla piena fioritura. È il momento in cui si stendono davanti a voi in un vasto manto di colori vibranti.

Nelle zone a clima freddo, il momento ideale per la semina è quando tutte le minacce di gelate sono finite. Tuttavia, è possibile piantare i fiori di campo all’inizio della primavera nelle zone con un clima più caldo. Il passo successivo è la scelta del luogo di impianto. Un luogo riscaldato dai raggi del sole per almeno sei ore al giorno è la posizione ideale. I fiori di campo possono essere piantati nell’area del prato o per delimitare i confini o in qualsiasi spazio aperto del campo o del cortile che possa essere visto facilmente dalla casa.

Le bombe di semi di fiori selvatici sono migliori dei semi perché, essendo ricche di sostanze nutritive, danno alle piante un vantaggio per crescere. Prima di utilizzarle, è necessario rimuovere tutte le piante indesiderate, l’erba e le erbacce dall’area di piantagione, in modo da lasciare spazio ai fiori selvatici. Se le altre strutture radicali presenti nel terreno vengono rimosse, la germinazione sarà più rapida e le piante di fiori selvatici cresceranno più sane. È possibile utilizzare la fresa e gli attrezzi manuali; diserbanti organici o teli di plastica per soffocare le erbacce. La scelta della tecnica dipende dal tempo a disposizione. Nel caso della semina di bombe di semi di fiori selvatici, non è necessario concimare prima della semina. Ogni bomba di semi è una combinazione di semi, compost senza torba e argilla.

  Come curare la pianta di giada

Sonia Ricci

Sonia Ricci è una studentessa di biologia e blogger che scrive della sua prospettiva unica sulla scienza. Il suo blog tratta argomenti che vanno dalle ultime ricerche sull'impatto del cambiamento climatico alle opinioni sulle implicazioni etiche delle nuove tecnologie genetiche. Sonia è appassionata nel rendere la scienza accessibile a tutti e crede che tutti possano trovare qualcosa di interessante nella biologia se si prendono il tempo di cercarlo: seguite il suo blog per aggiornamenti regolari!