Bagnare le piante quando si è in vacanza

Bagnare le piante quando si è in vacanza

Come innaffiare le piante quando si è lontani per una settimana

Nonostante l’interesse della madre e della suocera per il giardinaggio, Annette non se ne occupò fino a quando, durante un viaggio a Mussoorie, visitò la casa di un parente che era piena di enormi varietà di piante bellissime. È tornata con circa 40 piante grasse.

Annette condivide alcuni consigli su come innaffiare le piante quando si è lontani da casa. “È meglio avere un amico o un parente in casa o nelle vicinanze per prendersi cura delle piante. Niente è paragonabile alla cura individuale. Ma ci possono essere situazioni in cui non c’è altra scelta che usare alcuni trucchi per mantenere le piante in salute”, aggiunge.

Noi di The Better India vogliamo mostrare tutto ciò che funziona in questo Paese. Usando il potere del giornalismo costruttivo, vogliamo cambiare l’India, una storia alla volta. Se ci leggete, vi piacciamo e volete che questo movimento positivo cresca, prendete in considerazione l’idea di sostenerci attraverso i seguenti pulsanti.

Come si annaffiano le piante quando si è lontani per molto tempo?

Riempite il lavandino o la vasca da bagno con qualche centimetro d’acqua e stendete un asciugamano all’interno per proteggerlo dai graffi. Appoggiate le piante in vaso nel lavandino e lasciatele lì mentre siete via. Il terreno attirerà l’acqua fino alle radici, mantenendo la pianta idratata fino a una settimana.

Come si fa a mantenere le piante innaffiate per 3 settimane?

Mettete le piante d’appartamento in una vasca o in un lavandino con acqua bassa e lasciate che assorbano l’umidità per 10 minuti. Poi rimettetele nei loro vasi, in modo che le vostre piante pregiate non rimangano a lungo in acqua stagnante.

  Quando piantare le viole invernali

Posso lasciare le mie piante da sole per 2 settimane?

Le piante d’appartamento ben annaffiate durano per giorni, anche una settimana, da sole. Se dovete uscire per un breve periodo, date loro un’ultima bevuta appena prima di partire e spostatele da finestre soleggiate o stanze calde.

Come innaffiare le piante quando si è lontani per 2 settimane

Siete stati impegnati a piantare, diserbare, innaffiare e in generale a rendere il vostro giardino uno spazio splendido e invitante. Tutto appare sano e rigoglioso grazie alle vostre diligenti cure, ma ora si prospetta una vacanza e, pur essendo entusiasti di partire, siete anche stressati per l’effetto che avrà sulle vostre bellissime piante. Forse avete anche avuto l’incubo di tornare a vedere cadaveri di piante avvizzite, crollate nel fiore degli anni mentre cercavano di trascinarsi verso la fonte d’acqua più vicina a causa della vostra negligenza. Fate un respiro profondo. Ci siamo sentiti tutti così. È l’enigma del giardiniere del PNW. Proprio quando i fiori, i pomodori e le zucche stanno esplodendo di vita, proprio quando il clima è diventato caldo e secco e hanno più bisogno della vostra attenzione, è allora che potete finalmente prendervi una vacanza. Siete dei bravi genitori di piante e volete assicurarvi che le vostre piante siano ben curate, ma non dovete stare a casa tutta l’estate. Ho parlato con chi ha anni e anni di conoscenze acquisite con l’esperienza: il team di Swansons. Mi hanno offerto i loro migliori consigli per mantenere le vostre piante da esterno e da interno felici e in salute durante la vostra assenza.

  Come piantare i semi di litchi

Mettere le piante nella vasca da bagno mentre si è in vacanza

Megan SlackNews EditorMegan è News and Trends Editor di Homes & Gardens. È entrata a far parte di Future Plc come redattrice di notizie per le sue testate di arredamento, tra cui Livingetc e Real Homes. In qualità di News Editor, si concentra spesso su microtendenze emergenti, storie di sonno e benessere e articoli incentrati sulle celebrità. Prima di entrare in Future, Megan ha lavorato come News Explainer presso The Telegraph, dopo aver conseguito un master in giornalismo internazionale presso l’Università di Leeds. Durante la laurea in Letteratura inglese e scrittura creativa, ha fatto esperienza di scrittura negli Stati Uniti studiando a New York. Megan si è anche concentrata sulla scrittura di viaggi durante il periodo trascorso a Parigi, dove ha prodotto contenuti per un sito di viaggi francese. Attualmente vive a Londra con la sua antica macchina da scrivere e una vasta collezione di piante da appartamento.

Come innaffiare le piante in vaso all’aperto in vacanza

A volte allontanarsi da tutto è proprio quello che ci vuole per resettare le cose, ma cosa succede a tutte le piante d’appartamento che ci si lascia alle spalle?    Se vi è mai capitato di tornare a casa da un viaggio rilassante solo per trovare le vostre amate piante d’appartamento cadenti, disperate e morenti, allora sapete bene quanto sia triste concludere una vacanza.

  Come piantare il ciuffo dellananas

Ma non deve essere per forza così. Anche se non avete un amico o un vicino affidabile che si occupi dell’annaffiatura durante la vostra assenza, ci sono diversi modi per assicurarsi che le vostre compagne di foglie prosperino quando tornate a casa.

Il tipo di piante da interno che tenete fa una differenza significativa nel livello d’acqua di cui hanno bisogno per mantenersi in salute durante la vostra assenza. Le succulente e i cactus non richiedono cure particolari e preferiscono essere lasciati in pace. L’orto e le erbe aromatiche in casa, invece, necessitano di maggiori attenzioni. Con le orchidee non utilizzate sistemi di auto-irrigazione, perché le loro radici hanno bisogno di asciugarsi tra un’annaffiatura e l’altra: è meglio lasciare queste piante a un amico durante la vostra assenza.

Sonia Ricci

Sonia Ricci è una studentessa di biologia e blogger che scrive della sua prospettiva unica sulla scienza. Il suo blog tratta argomenti che vanno dalle ultime ricerche sull'impatto del cambiamento climatico alle opinioni sulle implicazioni etiche delle nuove tecnologie genetiche. Sonia è appassionata nel rendere la scienza accessibile a tutti e crede che tutti possano trovare qualcosa di interessante nella biologia se si prendono il tempo di cercarlo: seguite il suo blog per aggiornamenti regolari!